La nazionale allo Stelvio (foto Fisi)
La nazionale allo Stelvio (foto Fisi)

Bormio, 5 giugno 2020 - Ha iniziato da qualche giorno il lavoro la nazionale italiana di sci alpino sulle nevi del ghiacciaio dello Stelvio, prenotato all'occorrenza dalla Fisi per ovviare all'impossibilità della trasferta sudamericana a causa del coronavirus. Dopo qualche giorno di allenamento ha fatto il punto della situazione Gianluca Rulfi, direttore tecnico della squadra femminile.

"Abbiamo fatto fino a qui un ottimo lavoro in slalom - le sue parole ai canali federali - Stiamo suddividendo i turni di allenamento e senza il ritiro in Argentina modificheremo un po' le settimane di allenamento anche sulla base di ciò che sarà possibile fare. Ad agosto invece potremmo puntare su Zermatt per gli allenamenti di discesa. Come lavoriamo dopo il lockdown? Non abbiamo alcuni riferimenti atletici ma il nostro programma è sempre stato pluriennale e raggiungeremo la forma strada facendo. Diciamo che a fine settembre conosceremo il futuro, se il calendario sarà quello classico potremmo avere qualche difficoltà in autunno, se invece affronteremo un piano B avremo tempo per allinearci alle altre nazioni".