3 mag 2022

Pozzato: "Fortunato da top ten. Ciclismo italiano? Non è messo male"

Pippo Pozzato crede in Lorenzo Fortunato al Giro d'Italia, ma anche nel ciclismo italiano che può ancora essere di alto livello: il futuro è donna

Lorenzo Fortunato
Lorenzo Fortunato

Bologna, 3 maggio 2022 - Un grande talento che forse ha vinto meno di quanto ci si aspettasse, ora organizzatore di corse e forte sostenitore del ciclismo italiano. Pippo Pozzato ha espresso il suo punto di vista a pochi giorni dal via del Giro d'Italia dove la pattuglia azzurra non ha molte carte per la classifica generale. Nibali paga l'età, Ciccone una esplosione ancora ritardata ma c'è un Lorenzo Fortunato in rampa di lancio.

Pozzato: "Fortunato da top ten"


Intervistato da Oasport, l'ex vincitore della Sanremo, ma anche di due tappe al Tour e una al Giro, ha parlato della situazione del ciclismo italiano a tre giorni dal via della corsa rosa: "Non lo vedo messo male - le sue parole - Manca una squadra World Tour ma servono 20 milioni e non è facile. Ivan Basso è sulla giusta strada, anche Cassani, la qualità c'è e in Italia siamo bravi a criticare quello che abbiamo al posto di valorizzarlo". Manca ancora una generazione post Nibali nelle grandi corse a tappe, mentre le donne stanno invece prendendo la ribalta: "Da anni dico che il futuro del ciclismo è donna - la sua analisi - I risultati lo dimostrano anche se non dobbiamo abituarci troppo bene perché in poco tempo arriveranno anche altre nazioni. Un italiano da top ten al Giro? Dico Lorenzo Fortunato".

Leggi anche - Fortunato: "Per il Giro devo migliorare a crono"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?