Sonny Colbrelli trionfa coperto di fango
Sonny Colbrelli trionfa coperto di fango

Roubaix, 3 ottobre 2021 - Campione nazionale, campione europeo e anche vincitore della Parigi-Roubaix 2021: l'anno fantastico di Sonny Colbrelli prosegue con un successo che all'Italia mancava dal 1999 e che arriva al termine di una corsa epica tra freddo, pioggia, fango, cadute e forature. Le ultime due sfortune sono toccate in toto a Gianni Moscon, il primo azzurro ad accarezzare il sogno nell'Inferno del Nord con una cavalcata in solitaria interrotta solo dalla malasorte. A raggiungere il trentino il terzetto che si è giocato la vittoria nel velodromo: vittoria andata appunto a Colbrelli, con la rivelazione Florian Vermeersch (in fuga praticamente dalla prima ora) secondo e l'eterno insoddisfatto Mathieu Van Der Poel terzo. L'olandese si può consolare con il flop ancora più marcato dell'acerrimo rivale Wout Van Aert: Belgio ancora a secco, mentre continua l'annata magica dell'Italia e in particolare di Colbrelli, che sta raccogliendo con gli interessi i crediti guadagnati dopo i tanti, troppi, secondi posti rimediati in carriera.
 

La cronaca

Sono addirittura una trentina gli attaccanti del mattino: tra essi Nils Eekhoff (Team DSM) e Florian Vermeersch (Lotto Soudal), che presto salutano la compagnia degli ex compagni di fuga. La corsa comincia a esplodere come di consueto dopo la Foresta di Arenberg, quando in testa si porta un altro drappello: tra i più attivi c'è uno strepitoso Gianni Moscon (Ineos Grenadiers), che presto rimane al comando con Tom Van Asbroeck (Israel Start-Up Nation) e il già presente Vermeersch. Alle loro spalle una situazione frammentata da cadute, forature e inconvenienti vari: all'inseguimento tra gli altri Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix) e Sonny Colbrelli (Bahrain Victorious) e, ancora più dietro, un Wout Van Aert (Jumbo-Visma) in difficoltà. A 52 km dal traguardo Moscon va via in solitaria: dietro non c'è accordo e così a 36 km dalla fine Van Der Poel deve lanciarsi all'inseguimento in prima persona senza tuttavia riuscire a fare il vuoto. Davanti non va molto meglio a Moscon, che a causa di una foratura perde molto del vantaggio guadagnato: la sfortuna si accanisce sul trentino, vittima anche di una bruttissima scivolata che avvicina ulteriormente i suoi inseguitori. A 16 km dal traguardo Moscon viene raggiunto e poi superato da Van Der Poel, Colbrelli e Vermeersch. A giocarsi il successo è proprio questo terzetto: a spuntarla in volata nel velodromo è il già campione nazionale ed europeo Colbrelli, che dopo 21 anni riporta in Italia la Classica più ambita.

Ordine d'arrivo Parigi-Roubaix 2021

 1) Sonny Colbrelli (TBV) in 6h01'57''
2) Florian Vermeersch (LTS) st
3) Mathieu Van Der Poel (AFC) st
4) Gianni Moscon (IGD) +44''
5) Yves Lampaert (DQT) +1'16''
6) Christophe Laporte (COF) +1'16''
7) Wout Van Aert (TJV) +1'16''
8) Tom Van Asbroeck (ISN) +1'16''
9) Guillaume Boivin (ISN) +1'16''
10) Heinrich Haussler (TBV) +1'16''








Leggi anche - Ciclismo, le parole di Elisa Longo Borghini dopo la prima Parigi-Roubaix femminile