Sabatini in azione
Sabatini in azione

Milano, 12 febbraio 2021 - Ambra Sabatini è la nuova primatista nei 100 metri di categoria T63. In occasione del World Para Athletics Grand Prix 2021, andato in scena a Dubai, la 18enne livornese ha fermato il cronometro a 14”59, due centesimi meglio rispetto al precedente primato di Martina Caironi, che resisteva dal 30 ottobre 2015. "Non posso essere più felice di così - le parole della giovane portacolori delle Fiamme Gialle - Ho fatto una buona partenza, poi sul rettilineo ho sentito la spinta. Ho sperato fino all’ultimo che fosse un buon tempo ed è arrivato il record. Adesso mi aspettano la tappa del Grand Prix a Jesolo ad aprile, i Campionati Italiani e poi la preparazione per Tokyo. Vorrei ringraziare le Fiamme Gialle, l’Atletica Grosseto, il mio allenatore Jacopo, i tecnici Inail e tutto lo staff Fispes”. 

I complimenti di Pancalli

Non appena saputa la notizia dell'impresa firmata da Sabatini, il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli si è subito voluto complimentare. "Con questa vittoria il firmamento paralimpico italiano si arricchisce di una nuova stella: Ambra Sabatini. Un successo impreziosito da uno straordinario record del mondo ottenuto, per giunta, alla prima uscita internazionale. Ambra è una giovanissima ragazza che ha intrapreso l’attività paralimpica circa un anno fa, a seguito di un incidente. In poco tempo è riuscita a costruire un nuovo percorso sportivo e di vita. Storie come questa rappresentano una fonte d’ispirazione per tutti, la dimostrazione che la passione sportiva non conosce barriere e il talento trova sempre la propria strada. Per il nostro movimento - spiega il numero uno del Cip - si tratta della prima novità positiva di questo 2021. Ci auguriamo sia di buon auspicio per i prossimi Giochi di Tokyo. Un ringraziamento particolare va alla Fispes e alle Fiamme Gialle che hanno creduto in questa ragazza e che le hanno offerto questa opportunità preparandola al meglio". 

Leggi anche: Olimpiadi Tokyo, Mori si è dimesso