Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
29 lug 2022
29 lug 2022

Marcia, Palmisano e il problema alla gamba: “Agli Europei ci provo"

La campionessa olimpica alle prese con una fibrosi a due settimane dagli Europei: a rischio la partecipazione

29 lug 2022
Antonella Palmisano
Antonella Palmisano
Antonella Palmisano
Antonella Palmisano

Bologna, 29 luglio 2022 - Continua il tormento per Antonella Palmisano , campionessa olimpica della marcia a Tokyo 2020 . La marciatrice, grande amica di Massimo Stano , fresco campione del mondo, ha dovuto saltare la rassegna iridata di Eugene per un problema alla gamba sinistra, ma ora rischia di non riuscire a farcela nemmeno per gli Europei a causa di una fibrosi, scoperta al Rizzoli di Bologna dopo una precedente diagnosi sbagliata.
 

Palmisano: “Fibrosi al nervo sciatico, ci provo per gli Europei”


L’ultimo anno e mezzo è stato un calvario per Palmisano , i primi problemi alla gamba sono emersi prima delle Olimpiadi di Tokyo , fortunatamente non le hanno impedito di partecipare, poi con il via alla nuova stagione sembrava che l’infiammazione fosse passata ma i primi ritmi forzati in allenamento hanno riproposto la problematica:  “Da febbraio 2021 la gamba sinistra si addormenta - le sue parole a Oasport - Fino a maggio, corricchiando il dolore scompariva ma dopo le Olimpiadi è peggiorato. E’ iniziato il calvario tra visite e dottori. Qualcuno mi ha consigliato di smettere, altri di cambiare postura a causa di una presunta displasia dell’anca. Ho passato mesi ad adattarmi alla nuova postura”. Ma in realtà il problema era diverso e Palmisano lo ha scoperto al Rizzoli di Bologna: “Ho avuto un consulto con il Dottor Dallari a Bologna e alla fine abbiamo scoperto il problema, si tratta di una fibrosi al nervo sciatico che sarebbe da operare. Viene ostruito il passaggio degli impulsi al nervo della gamba sinistra e questo porta all’addormentamento”. Non c’è tempo per l’operazione, tra due settimane ci sono gli Europei : “Per evitare l’operazione stiamo tentando una strada con infiltrazioni di cortisone, acqua fisiologica, Toradol e acido ialuronico con la speranza di liberare il passaggio del nervo sciatico. Non sento dolore da una settimana, ma se mi si dovesse addormentare la gamba in gara non riuscirei a marciare”. A metà agosto gli Europei di atletica a Monaco di Baviera.

Leggi anche - Atletica, l'Italia sogna di naturalizzare la stella del triplo Diaz

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?