Vincenzo Nibali
Vincenzo Nibali

Milano, 23 settembre 2021 - Vincenzo Nibali torna nella squadra dove si è tolto le maggiori soddisfazioni in carriera, collezionando 22 successi, fra cui corse di assoluto valore come il Lombardia, la Tirreno-Adriatico e il campionato italiano, ma soprattutto le vittorie al Giro d'Italia (2013 e 2016) e al Tour de France (2014). E' ufficiale il passaggio del ciclista messinese all'Astana, di cui aveva già difeso i colori dal 2013 al 2016. Lo Squalo lascia la Trek Segafredo, firmando con il team kazako per la prossima stagione. "Sono molto felice di tornare nel Team Astana, perché per me è una vera famiglia che mi ha dato molto e insieme alla quale ho raggiunto i miei più grandi successi - dice emozionato Nibali - Conosco la maggior parte della dirigenza e dello staff della squadra, inoltre ho dei ricordi molto belli delle mie visite in Kazakistan e nella sua capitale. È difficile parlare in questo momento di aspettative specifiche per il mio ritorno in squadra, così come dei piani per la prossima stagione. Voglio mettermi alla prova per raggiungere determinati risultati, ma allo stesso tempo voglio trasmettere la mia esperienza ai giovani", conclude l'ex Bahrain Merida. 

"Vincenzo importante per i giovani"

Altrettanto soddisfatto per l'accordo raggiunto è il team manager dell'Astana, Alexandre Vinokourov. "Siamo felici che questo ritorno diventi realtà. Nibali non ha bisogno di presentazioni, è un vero campione e un leader. Probabilmente ha trascorso i migliori anni della sua carriera nella nostra squadra e penso che sia simbolico che finisca una carriera ciclistica così grande nel Team Astana. Per noi l'arrivo di Nibali è un'occasione per sfruttare tutta la ricca esperienza che un corridore del suo calibro può offrire per trasformare e migliorare la squadra, che subirà alcuni grandi cambiamenti nella nuova stagione. Vorremmo prestare maggiore attenzione ai giovani e la presenza di un campione come Nibali potrebbe giocare un ruolo molto importante nella loro crescita. Credo però che Vincenzo non abbia ancora detto la sua ultima parola nel ciclismo, quindi in alcune gare possiamo ancora contare su di lui come leader della squadra per raggiungere nuovamente nuovi successi insieme". 

Leggi anche: Mondiali, Italia di bronzo nella staffetta mista