Marta Bassino (Ansa)
Marta Bassino (Ansa)

Cortina d’Ampezzo, 11 febbraio 2021 – Giornata avara di soddisfazioni per la delegazione italiana ai Mondiali di Cortina. I due supergiganti di apertura della rassegna hanno visto trionfare Svizzera e Austria (Gut tra le donne, Kriechmayr tra gli uomini), con l’Italia fuori dal podio nonostante i big fossero in gara. In campo maschile Dominik Paris ha assaporato la medaglia ma è finito quinto, in quello femminile, con Bassino e Brignone tra le possibili favorite, è andata peggio con il decimo e l’undicesimo posto.

Mondiali Cortina 2021: discesa libera femminile. Orario tv, italiane e favorite

Sensazioni non buone per Brignone, poco feeling con la neve: “Non avevo risposta sotto i piedi – la spiegazione della valdostana – C’erano poche possibilità di sbagliare e purtroppo non è andata bene. Ora mi preparerò per la combinata e il gigante”. Anche per Bassino c’erano condizioni di neve facili da sciare, ma l'azzurra ha accumulato troppo ritardo nella parte di scorrimento: “Sì la neve era facile, non credo di aver sciato male ma mi è mancata velocità. Alla fine ai Mondiali contano solo i primi tre posti anche se la mia non è stata una brutta prova”.

Leggi anche - Mondiali Cortina, programma, orari e italiani in gara