Julian Alaphilippe
Julian Alaphilippe

Leuven, 26 settembre 2021 – Corsa lunga, con tanti muri, ma non con pendenze impossibili. La prova in linea maschile élite del mondiali di ciclismo delle Fiandre potrà essere selettiva più per la lunghezza e le medie orarie che per le pendenze di una prova da classica ma anche non totalmente inadatta ai velocisti. Oggi sulle strade di Leuven sarà in palio la maglia iridata dopo 268 chilometri di corsa. Si cerca il successore di Julian Alaphilippe.

Mondiali ciclismo, il programma completo

Sommario

Percorso

Il percorso è molto lungo e per questo probabilmente selettivo. 268 chilometri con 2.526 metri di dislivello e due circuiti a caratterizzarlo. Dopo una prima parte in linea di 50 chilometri nella periferia di Anversa, si entra nel circuito di Leuven che verrà affrontato per una prima volta con i muri di Wijnpers, Antoniusberg, Keizersberg e Decouxlaan. Terminata questa sequenza si entrerà nel circuito delle Fiandre, con altri 5 muri che sono il Smeysberg, Moskesstraat, Taymansstraat, Bekerstraat e Veeeweiderstraat. In questo circuito le pendenze massime sono del 18%. Quando mancheranno una quarantina di chilometri si rientrerà nel circuito di Leuven con gli stessi muri affrontati in precedenza e l’ultima sequenza prima dell’arrivo sarà Keizesberg (massime del 9%), Decouxlaan (massime del 6%), Wijnpers (massime del 9% a 7 dall’arrivo), mentre l’ultimo sarà l’Antoniusberg, 230 metri al 5.47% e massime dell’11% a 2 dal traguardo.

Favoriti

Tanti, tantissimi i favoriti per una prova che può premiare i corridori da classiche ma anche i velocisti. Il campione in carica Julian Alaphilippe cercherà il bis supportato da Cosnefroy, ma i rivali saranno agguerriti partendo da van Aert e van der Poel, passando per Cort Nielsen e Asgreen e chiudendo con Roglic, Pogacar e Mohoric per la fortissima Slovenia. Per i padroni di casa occhio anche a Evenepoel. In casa Italia il capitano è il campione europeo Colbrelli, ma Cassani ha tante seconde frecce con Trentin, Moscon e Nizzolo. In caso di arrivo in volata occhi su Demare, Ackermann, Pedersen, Gaviria, Sagan, Matthews, Ewan e Cavendish.

Orari e in tv

Diretta a pagamento a partire dalle 10.30 di domenica 26 settembre su Eurosport 1, canale 210 di Sky, in streaming su Eurosport Player, Discovery Plus e Dazn. Diretta in chiaro a partire dalle 10.15 su Raisport Hd, canale 57 del digitale, con passaggio per il finale di corsa su Rai Due dalle 15.30. In streaming su Raiplay.

Leggi anche:

Merckx contro Evenepoel: “Non era da convocare, pensa solo a sè stesso”

Staffetta mista: Italia terza per 5 centesimi. Ordine d'arrivo