Mondiali ciclismo 2021: Elisa Balsamo oro nella prova in linea femminile élite (Ansa)
Mondiali ciclismo 2021: Elisa Balsamo oro nella prova in linea femminile élite (Ansa)

Leuven, 25 settembre 2021 - Olanda contro Italia, Italia contro Olanda: è questo il duello che spesso si ripete nel ciclismo femminile. Il copione viene confermato nella prova in linea femminile élite dei Mondiali di ciclismo 2021, dove a spuntarla è lo strepitoso treno azzurro, con ogni ingranaggio che funziona alla perfezione: l'anello più forte è Elisa Balsamo, che ad appena 23 anni indossa la maglia iridata e lo fa dopo aver battuto in volata un fenomeno del calibro di Marianne Vos, che deve accontentarsi (tra le lacrime) dell'argento, mentre il bronzo va a Katarzyna Niewiadoma. Per Balsamo si tratta del meritato coronamento di una carriera giovane ma già vincente: a parlare il successo a Doha nel 2016 nella categoria juniores e quello nel 2020 nell'Europeo under-23.

La cronaca

Dopo una lunga fase di studio, inframezzata da attacchi brevi e senza esito, è Michaela Drummond (Nuova Zelanda) a rompere gli indugi con un'azione degna di nota, la prima della giornata: sul muro di Smeysberg (pendenza massima del 17%) Demi Vollering (Olanda) cuce lo strappo che la separava dal gruppo dopo aver accusato problemi meccanici. Sul Moskesstraat (550 metri con una pendenza massima del 18%) l'olandese tuttavia torna ad avere guai alla bici, mentre sul S-Bocht Overijse en Taymansstraat (738 metri con una pendenza media del 5,5% e massima del 18%) dal plotone accelera Annemiek Van Vleuten (Olanda): si crea così una grande scrematura che non tocca la spedizione azzurra. Sul Decouxlaan (975 metri con una pendenza media del 2,5% e massima del 6%) Margarita 'Mavi' Garcia (Spagna) sorprende tutte e guadagna subito un discreto vantaggio. Durante l'inseguimento disperato del gruppo, che poi riesce nella sua missione, a staccarsi a sorpresa è Marlen Reusser (Svizzera): niente da fare anche per la campionessa uscente Anna Van Der Breggen (Olanda), oggi più che altro nelle vesti di gregaria. Il Decouxlaan è ancora una volta il punto cruciale della corsa: oltre alle solite olandesi, a scattare sono anche Marta Bastianelli, Marta Cavalli (Italia) e Katarzyna Niewiadoma (Polonia). Nessuna riesce a fare la differenza: la palla passa così alle due squadre più attese, ossia l'Olanda e l'Italia. Tutti si aspettano il consueto treno arancione e invece il colore predominante diventa presto l'azzurro, con Longo Borghini a tirare la volata a Elisa Balsamo (Italia), che riesce a spuntarla su una cannibale del calibro di Marianne Vos (Olanda), con Niewiadoma che chiude il podio.
 

Ordine d'arrivo prova in linea femminile élite Mondiali di ciclismo 2021

 1) Elisa Balsamo (ITA) in 3h52'27''
2) Marianne Vos (NED) st
3) Katarzyna Niewiadoma (POL) +1''
4) Kata Blanka Vas (HUN) +1''
5) Arlenis Sierra Canadilla (CUB) +1''
6) Alison Jackson (CAN) +1''
7) Demi Vollering (NED) +1''
8) Cecilie Ludwig (DEN) +1''
9) Lisa Brennauer (GER) +1''
10) Coryn Rivera (USA) +1''








Leggi anche - Mondiali di ciclismo 2021, Italia bronzo nella staffetta mista