Filippo Ganna (Ansa)
Filippo Ganna (Ansa)

Imola, 25 settembre 2020 - Non era mai successo prima d'ora e la cornice del Mondiale di ciclismo di Imola è perfetta per sfatare il tabù: per la prima volta l'Italia vince l'oro iridato a cronometro e lo fa grazie a Filippo Ganna, che chiude la sua prova in 35'54''. Alle spalle del gigante di Verbania si piazzano Wout Van Aert e Stefan Kung, mentre deludono le aspettative il campione uscente Rohan Dennis e Tom Dumoulin, rispettivamente quinto e decimo al traguardo. Poco importa a Ganna, che non si è lasciato scalfire dalle pressioni dei favori del pronostico né dalla cornice amica di Imola: il Mondiale è suo e dell'Italia, per la prima volta nella storia regina nelle corse contro il tempo.

Riflettori puntati sul duo azzurro: apre Edoardo Affini, che con il suo 19'06'' si presenta al primo intermedio con il miglior tempo, migliorando così il 19'32'' di Jos Van Emden. Sul traguardo Affini mette a referto un 37'25'' che diventa momentaneamente lo score più basso almeno fino all'arrivo di Geraint Thomas, che chiude in 36'31'' dopo aver brillato in particolare nella prima parte del tracciato, con un intertempo strepitoso di 18'41''. Dopo 14,9 km vola letteralmente Filippo Ganna, che scrive un fantastico 18'05'', peggiorato di 25'' dal campione iridato uscente Rohan Dennis. Intanto Wout Van Aert mette a referto un 36'20'' che lo proietta momentaneamente in testa alla graduatoria: fanno peggio del belga Tom Dumoulin e Dennis ma non Ganna, che con 35'54'' regala all'Italia il primo oro iridato nelle corse contro il tempo, confermandosi un autentico fenomeno della specialità.

Ordine d'arrivo cronometro Mondiale 2020
1) Filippo Ganna (ITA) in 35'54''
2) Wout Van Aert (BEL) +26''
3) Stefan Kung (SUI) +29''
4) Geraint Thomas (GBR) +37''
5) Rohan Dennis (AUS) +39''
6) Kasper Asgreen (DEN) +47''
7) Rémi Cavagna (FRA) +48''
8) Victor Campenaerts (BEL) +52''
9) Alex Dowsett (GBR) +1'06''
10) Tom Dumoulin (NED) +1'14''