Dorothea Wierer gareggia (Ansa)
Dorothea Wierer gareggia (Ansa)

Anterselva, 22 febbraio 2020 - La Norvegia del biathlon non si ferma più. Nonostante una prestazione negativa delle prime due atlete nella staffetta e una gara che sembrava ormai compromessa, la corsa si rimette in carreggiata soprattutto grazie alla prestazione superlativa della Roeiseland. Una grande performance al poligono ha permesso alla norvegese di recuperare sulla svedese Oeberg, estremamente deludente nell'ultimo giro e che fa retrocedere la propria nazione al quinto posto. 

Chiude al secondo posto la Germania della Hermann in rimonta, terza l'Ucraina e quarta la Repubblica Ceca.

L'Italia aveva scelto di iniziare la staffetta con le sue due migliori atlete, Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer, che avevano svolto una corsa fantastica, sbagliando solamente un colpo a testa al poligono. Il vantaggio di circa un minuto è stato però vanificato nella seconda frazione della gara. Federica Sanfilippo sbaglia due colpi al primo poligono ed è costretta a scontare perfino due giri di penalità sul tiro in piedi al secondo giro. L'ultima atleta, la 22enne Michela Carrara, non riesce a recuperare il tempo perso commettendo anch'essa diversi errori al tiro. L'Italia conclude così al decimo posto.