Fernando Gaviria (Ansa)
Fernando Gaviria (Ansa)

Bologna, 4 agosto 2020 - Tutto pronto per la Milano-Torino 2020, in programma mercoledì 5 agosto con partenza da Mesero e arrivo a Stupinigi dopo 198 km tutti pianeggianti che si preannunciano terreno fertile per i tanti velocisti in gara.

Il percorso

L'edizione 101 della classica più antica del mondo, nata nel lontantissimo 1876 e organizzata da RCS Sport in collaborazione con la Regione Piemonte, partirà da Mesero alle 13.55 per poi attraversare la Pianura Padana passando da Magenta, Abbiategrasso e Vigevano prima di lasciare la Lombardia. L'approdo in Piemonte sarà segnato dal presenza del fiume Po e, in generale, di un percorso pianeggiante fatta eccezione per i saliscendi presenti sul territorio del Monferrato. Proprio in questa zona, per la precisione al km 96.6, è fissato il rifornimento, seguito dall'attraversamento di Asti che dà il via ai 70 km conclusivi caratterizzati dalla mancanza di qualsiasi difficoltà altimetrica. Discorso analogo per gli ultimi 5000 metri, dove la vera difficoltà saranno le rotatorie in serie presenti oltre a una leggerissima pendenza. L'ultima curva si trova a 400 metri dall'arrivo fissato a Stupinigi, dove la corsa dovrebbe arrivare intorno alle 18.25.

I favoriti

Il nuovo percorso interamente pianeggiante sembra disegnato per fungere da test per la Milano-Sanremo, in programma sabato 8 agosto. Infatti saranno tanti i velocisti al via: da Caleb Ewan (Lotto-Soudal), che deve ancora esordire nel post lockdown, a Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step), che invece hanno brillato nella recente Vuelta a Burgos. Più defilate la candidature di Alexander Kristoff, compagno di squadra di Gaviria, Arnaud Demare (Groupama-FDJ), Nacer Bouhanni (Arkea-Samsic) e soprattutto i due fenomeni del ciclocross Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix) e Wout Van Aert (Jumbo-Visma), che potrebbero avere la potenza sufficiente per impensierire gli sprinter puri. Tra essi spiccano anche gli azzurri Sacha Modolo (Alpecin-Fenix) e Jakub Mareczko (CCC) ma molta attenzione andrà anche a Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), uno che negli anni ha abituato il grande pubblico a numeri d'alta scuola su ogni terreno.

Orari tv e dove vederla

La Milano-Torino 2020 verrà trasmessa in diretta televisiva su Rai Due e su Eurosport 1, con collegamento a partire dalle 16.50. Disponibile anche lo streaming su Rai Play, Rai Sport Web, Eurosport Player e DAZN.