Mosca, 10 marzo 2018 - Michela Moioli più forte di tutti, e più forte dei ricorsi, si laurea campione del mondo di snowboardcross. L'azzurra, già oro ai Giochi Invernali di Pyeongchang, è stata costretta a ripetere la finale della tappa di Mosca, che pochi munuti prima le aveva già regalato in anticipo il titolo iridato, per un ricorso della squadra francese accolto dalla giuria. 

La 22enne di Alzano Lombardo ha chiuso al terzo posto la ripetizione, e ha vinto comunque il titolo generale. La doccia fredda per l'azzurra era arrivata subito dopo il secondo posto nella gara di finale che la premiava. Ma il team transalpino si era rivolto ai giudici per un problema al meccanismo di apertura dei cancelletti. Così Michela, che stava aspettando di salire sul podio per festeggiare il trionfo, non si è persa d'animo ha ripetuto la gara e ha conquistato il terzo posto, abbastanza per finalmente sollevare il trofeo meritato.

Per Michela Moioli è la seconda coppa del mondo, la prima fu nel 2016. L'azzurra olimpionica si è presa i punti decisivi nel penultimo appuntamento stagionale, a Mosca. Michela è irraggiungibile dalle sue inseguitrici in classifica generale. Niente è servito il ricorso, non a caso francese, alla principale avversaria la transalpina Chloe Trespeuch, la più pericolosa in classifica. 

LA GIOIA - "Meglio di così non potevo chiedere". Michela Moioli è felice, è camionessa del mondo con una tappa di anticipo e dopo 8 podi stagionali. "Sono contenta di non aver mollato. Abbiamo fatto tre partenze ma sono riuscita sempre a resettare e a ripartire, anche se non era facile". Ma il ricorso e la seguente ripestizione, dopo che sentiva la coppa sua "è stato devastante, sono a pezzi ma non solo per oggi: è stata una stagione lunga e sono arrivata alla fine mentalmente stanca". L'oro olimpico lo dedicò a se stessa, ma la coppa è per il suo team: "Perchè è più facile vincere una gara sola che una Coppa del Mondo, dove ci vuole costanza, tanto lavoro e tante persone che lavorano con te. E' più una vittoria di squadra". Festeggiare? "A casa e con calma. Adesso non vedo l'ora di andare a dormire".

LA FESTA RIMANDATA, PER POCO - Prima del ricorso, alla notizia del successo della 22enne di Alzano Lombardo la Fisi aveva subito twittato 

Subito erano arrivate anche le congratulazioni via Twitter di Sofia Goggia: "Chi è che oggi porta a casa IL COPPONE con una gara di vantaggio??? Michi Moioli! Fiera di te!!". 

 

VISINTIN TERZO  - Sempre a Mosca altro risultato di prestigio nello snowboard con Omar Visintin che si è piazzato terzo e ha conquistato l'undicesimo podio in carriera in Coppa del mondo. Primo l'austriaco Alessandro Haemmerle e secondo il francese Pierre Vaultier. Per l'azzurro di Merano si tratta del terzo podio in stagione, dopo le vittorie a Erzurum, Turchia, e Cervinia. Al momento sale al quarto posto nella classifica generale. Gli altri azzuuri in gara: Lorenzo Sommariva sedicesimo, Emanuel Perathoner ventesimo e Michele Godino ventiseisimo.