Una immagine della maratona 2016
Una immagine della maratona 2016

Bologna, 1 novembre 2020 - La Maratona di Venezia ha dato una dimostrazione di forza sul virus. La 42 chilometri lagunare si è svolta oggi in edizione speciale, con l'intento simbolico di unire con tre atleti tutti coloro che sarebbero dovuti partire da Piazza San Marco ma impossibilitati dal virus. Gli organizzatori hanno infatti deciso di far svolgere ugualmente l'edizione 2020, invitando tre soli atleti.

Un uomo, una donna e un atleta paralimpico in rappresentanza delle migliaia di appassionati rimasti a casa, sperando che nel 2021 si possa tornare alla normalità. Protagonisti Eleonora Corradini, Gabriele Gallo e Pier Alberto Buccoliero. “È stata un’esperienza bellissima, unica e irripetibile, un ricordo che sarà indelebile”, ha commentato così Eleonora Corradini, come riporta la Fidal. “Oggi, noi atleti assieme agli organizzatori, abbiamo dimostrato che Venicemarathon c’è e continuerà ad esserci”, queste le parole invece di Pier Alberto Buccoliero. Per Gabriele Gallo: “È stata un’esperienza bella che dà fiducia per il futuro, e il mio è un arrivederci al 2021”.