24 apr 2022

Liegi-Bastogne-Liegi 2022, impresa di Evenepoel. L'ordine d'arrivo

Il belga trionfa davanti ai connazionali Hermans e Van Aert. Caduta choc in gruppo: Alaphilippe chiude in ambulanza

giusy anna maria d'alessio
Sport
Remco Evenepoel (Ansa)
Remco Evenepoel (Ansa)

Liegi, 24 aprile 2022 - Per incoronare definitivamente la stella di Remco Evenepoel serviva un acuto in una gara importante: l'occasione buona arriva nella Liegi-Bastogne-Liegi 2022 e in particolare dopo l'uscita di scena in ambulanza di Julian Alaphilippe, coinvolto in una caduta clamorosa che di fatto quasi dimezza il gruppo. La seconda freccia nell'arco della Quick-Step Alpha Vinyl è proprio il belga, che scatta sulla Cote de La Redoute e sorprende tutti i big. L'ultima incombenza prima di trionfare è andare a riprendere Bruno Armirail, l'ultimo superstite della fuga del mattino: la missione riesce sulla Cote de la Roche-aux-faucons, con il classe 2000 che in un colpo solo si regala una grande impresa dopo tanta sfortuna (con particolare riferimento alla terribile caduta occorsa nel Giro di Lombardia) e riscatta la primavera finora piuttosto negativa dello squadrone di Patrick Lefevere. A tal riguardo c'è una curiosità: Evenepoel vince con il temutissimo dorsale numero 13 tenuto sulle spalle senza neanche la scaramanzia consueta di apporlo al contrario. A testimonianza che la cattiva sorte, al netto dell'assenza del vincitore uscente Tadej Pogacar, può essere battuta con le gambe e con la testa da un Belgio che festeggia anche per quanto riguarda gli altri gradini del podio (occupati da Quinten Hermans e Wout Van Aert) nel giorno dell'ultima recita in questa gara epica di Philippe Gilbert.

La cronaca

L'attacco buono di giornata è composto da Bruno Armirail (Groupama-FDJ), Pau Miquel (Equipo Kern Pharma), Jacob Hindsgaul Madsen (Uno-X Pro Cycling Team), Baptiste Planckaert (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux), Fabien Doubey, Paul Ourselin (Team TotalEnergies), Sylvain Moniquet, Harm Vanhoucke (Lotto Soudal), Kenny Molly, Marco Tizza e Luc Wirtgen (Bingoal Pauwels Sauces WB). L'inseguimento del gruppo viene sconvolto da una maxi caduta che coinvolge praticamente più della metà del plotone: tra gli altri anche Alejandro Valverde (Movistar Team), Tom Pidcock, Geraint Thomas (Ineos Grenadiers), Romain Bardet (Team DSM), Rigoberto Uran (EF Education-EasyPost) e Julian Alaphilippe (Quick-Step Alpha Vinyl), che finisce in un fosso e ha di fatto la peggio. Davanti restano i soli Armirail, Moniquet, Vanhoucke, Ourselin, Doubey e Wirtgen, mentre nel drappello principale a rompere gli indugi è la Bahrain Victorious con gli scatti tentati a ripetizione da Mikel Landa, Damiano Caruso e Wout Poels poco prima della Cote de La Redoute (2 km con una pendenza media dell'8,6%): sulle rampe conclusive Remco Evenepoel (Quick-Step Alpha Vinyl) sferra una rasoiata pazzesca che sorprende tutti i big. Il belga aggancia la testa della corsa (Armirail) prima di partire in solitaria sulla Cote de la Roche-aux-faucons (1,3 km con una pendenza media del 10,5% e massima del 15%): dietro manca l'accordo tra gli inseguitori. Tra i più determinati c'è Aleksandr Vlasov (Bora-Hansgrohe) ma nessuno riuscirà a raggiungere Evenepoel, che dopo tante difficoltà si consacra su uno dei palcoscenici più importanti del ciclismo: a completare il podio Quinten Hermans (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux) e Wout Van Aert (Jumbo-Visma).

Ordine d'arrivo Liegi-Bastogne-Liegi 2022

1) Remco Evenepoel (QST) in 6h12'38''
2) Quinten Hermans (IWG) +48''
3) Wout Van Aert (TJV) +48''
4) Daniel Felipe Martinez Poveda (IGD) +48''
5) Sergio Andres Higuita Garcia (BOH) +48''
6) Dylan Teuns (TBV) +48''
7) Alejandro Valverde (MOV) +48''
8) Neilson Powless (EFE) +48''
9) Marc Hirschi (UAD) +48''
10) Michael Woods (IPT) +48''

Ciclismo, Van der Poel verso il Giro d'Italia

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?