Ross McGowan
Ross McGowan

Dal 2 al 5 settembre 2021 gli occhi del mondo saranno sulla Città Eterna che, per la settima volta nella sua storia, ospiterà l’Open d’Italia. Teatro di gara sarà il Marco Simone Golf & Country Club dove, nel 2023, si disputerà una storica Ryder Cup. Il circolo romano, di proprietà della famiglia Biagiotti, ha tolto il velo dopo i lavori di restyling che hanno intressato il percorso. 

Il viaggio verso la Ryder Cup continua - A cinque anni dall’assegnazione all’Italia della Ryder Cup, la più importante manifestazione di golf al mondo - un successo straordinario per la Federazione Italiana Golf guidata dal presidente Franco Chimenti che, nel dicembre 2015, superò la concorrenza di Austria, Germania e Spagna - arriva un nuovo annuncio, per nulla casuale. Per una storia che continua ed emozioni che viaggiano sullo stesso filo. L’Open d’Italia – con il supporto di Infront, official advisor della FIG - è infatti la punta di diamante del progetto Ryder Cup 2023. Con la 78esima edizione dell’evento, Roma si appresta a diventare sempre di più un appuntamento irrinunciabile per i big internazionali, in azione su un percorso profondamente rinnovato (come si può notare dal flyover) che calamiterà l’attenzione e la curiosità non solo dei protagonisti in gara. E che ambisce a diventare un punto di riferimento a livello globale.

La seconda volta al Marco Simone e la settima a Roma - Una seconda volta che sa di prima… volta. Già nel 1994 l’Open d’Italia andò in scena al Marco Simone Golf & Country Club, dopo le tre edizioni all’Acquasanta (1950, 1973, 1980) e prima di quella del 2002 all’Olgiata (che ospitò poi il torneo anche nel 2019). 

L’Open d’Italia dopo le Olimpiadi di Tokyo e prima della Ryder Usa - Mancano ancora 9 mesi ma l’attesa verso il 78° Open d’Italia è già altissima. L’evento si giocherà 4 settimane dopo le Olimpiadi di Tokyo e tre prima della Ryder Cup del Wisconsin (USA), posticipata - causa Covid - dal 2020 al 2021 (con il conseguente slittamento della Ryder Cup italiana dal 2022 al 2023). 

Un nuovo capitolo di una storia cominciata nel 1925 - Dopo quella in Lombardia l’Open d’Italia torna a far tappa nel Lazio. Con Roma e il Marco Simone, che offre un percorso di gioco straordinario, pronti per il 78° Open d’Italia, torneo irrinunciabile dell’European Tour (di cui fa parte dal 1972) la cui storia è cominciata però nel 1925.