Mungai e il team azzurro
Mungai e il team azzurro

Tbilisi (Georgia), 28 marzo 2021 - Una medaglia d'argento che vale oro. Domenica da ricordare per Nicholas Mungai, che cede solo allo svedese Marcus Nyman nel Grand Slam di judo andato in scena a Tbilisi. In terra georgiana, il pistoiese si fa strada nella categoria 90 kg, mettendo al tappeto nell'ordine l’inglese Jamal Petgrave, l'austriaco Harrison Cassar, l'uzbeko Davlat Bobonov e il mongolo Altanbagana Gantulga. Per il 27enne è il primo grande risultato del 2021, che gli permette di guardare con fiducia al resto della stagione, che culminerà con l'appuntamento olimpico. Con il bottino di punti conquistati in giornata, Mungai scala il ranking mondiale salendo fino alla 16esima posizione, che allo stato attuale delle cose significherebbe qualificazione ai Giochi di Tokyo

Il commento di Mungai

Il judoka toscano sarà chiamato a difendere il proprio pass negli ultimi quattro appuntamenti prima delle Olimpiadi (il Grand Slam ad Antalya, gli Europei a Lisbona, il Grand Slam a Kazan e il Mondiale a Budapest). "Finalmente sono riuscito a tornare sul podio. La finale è stata un po' un bagno di umiltà perché era davvero tanto che non perdevo così su un'azione di ne waza. La lotta a terra è uno dei miei punti forti e in questa finale ho capito che comunque si può sempre migliorare - il commento di Mungai, arresosi dopo un’azione a terra di Nyman che si è conclusa con l’immobilizzazione - Detto questo non posso nascondere di essere contento di come sono andate le cose oggi. Mi serviva questa medaglia, sia per i punti che per il morale. Sono contento di aver tenuto duro visti anche i vari problemi fisici che ho avuto negli ultimi due anni". 

Leggi anche: Gand-Wevelgem 2021, vince Van Aert