7 mar 2022

golf, Wu torna alla vittoria

Il giocatore cinese ha vinto a Nairobi interrompendo un digiuno di oltre tre anni. Lorenzo Gagli, miglior azzurro, ha concluso al 34° posto

Golf: Ashun Wu vince il Volvo China Open (foto Ansa)
Golf: Ashun Wu vince il Volvo China Open

EPILOGO: Ashun Wu è tornato alla vittoria vincendo il Magical Kenya Open. A Nairobi, il golfista cinese ha concluso l’ultimo giro con il suo miglior parziale, di 65 colpi, e raggiungendo quota -16 staccando tutti gli avversari. Wu ha aprofittato anche del crollo di Ewen Ferguson, scozzese al comando a 18 buche dal termine. Lo scozzese ha concluso all’ottavo posto (-9), pagando a caro prezzo l’ultimo parziale chiuso in 76 (+5). Sul percorso del Muthaiga Golf Club il 36enne di Xiamen è risalito dalla seconda posizione e, dopo un avvio con un bogey (alla 1), ha realizzato sette birdie, di cui due nel finale.

Wu è così tornato al successo sul DP World Tour dopo tre anni e mezzo. Inoltre è salito al sesto posto nella Race to Dubai. Ad attenderlo alla 18 la moglie e suo figlio nato solo 13 settimane fa. “È una grande gioia, arrivata qui in Kenya dove ad assistere c’era anche la mia famiglia”. Questa la gioia di Wu che in bacheca vanta pure due exploit sull’Asian Tour.

Avversari lontani in classifica con il sudafricano Thriston Lawrence, il tedesco Hurly Long e il canadese Aaron Cockerill, tutti secondi con 272 (-12).

Lorenzo Gagli è stato il migliore tra gli italiani al 34° posto con 279. Problemi di continuità che si sono ripresentati per il toscano che ha concluso il fine settimana con un parziale di -1 (70 68 70 71) e un totale di -5 perdendo dieci posizioni nell’ultimo round. Dietro di lui il romano Renato Paratore, 40° con -4 davanti al pugliese Francesco Laporta e al bresciano Nino Bertasio, entrambi 51mi con -1. È invece uscito al taglio Guido Migliozzi.

TERZO GIRO: A Nairobi in Kenia Lorenzo Gagli ha perso otto posizioni dopo un giro di un colpo solo sotto il par (due birdie e un bogey). Al termine del moving day il toscano è al 24° posto con -5. La top ten è però solamente a tre colpi di distanza con quattro giocatori all’ottavo posto in una classifica ancora corta per le posizioni di rincalzo.

Ha preso il largo lo scozzese Ewen Ferguson che, con un parziale di 66 (-5) è arrivato a quota -14 risalendo dal secondo posto. Il 25enne di Glasgow, che insegue il primo titolo sul circuito, ha mostrato grande costanza con due giri in 66 e uno in 67. A 18 buche dal termine vanta quattro colpi di vantaggio nei confronti del cinese Ashun Wu e dello svedese Marcus Kinhult, entrambi secondi con 203 (-10).

Tra gli altri azzurri, il bresciano Nino Bertasio, 39° con 210 (-3) precede il romano Renato Paratore e il pugliese Francesco Laporta, entrambi 52mi con 212 (-1). “Support for Ukraine” e “stop the war”. Questo il post su Instagram di Laporta, 31enne di Castellana Grotte (Bari) che, come tanti suoi colleghi, è sceso in campo con un nastrino giallo e blu attaccato al cappello per mostrare il suo sostegno all’Ucraina.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?