Jacopo Vecchi Fossa
Jacopo Vecchi Fossa

Il primo evento dell’Italian Pro Tour 2021, il circuito di gare nazionali e internazionali della FIG, arrivato alla 15/a stagione, va a Jacopo Vecchi Fossa che vince, con 268 (72 67 66 63, -16) colpi, la 81/a edizione del Campionato Nazionale Open. 

Sul percorso del Miglianico Golf & Country Club (par 71) di Miglianico (Chieti) Matteo Manassero, leader dopo il primo e terzo round, chiude il torneo al secondo posto con 273 (-11). In Abruzzo è Massimiliano Campigli, 3/o con 275 (-9), il miglior amateur. 

Campionato Nazionale Open, Vecchi Fossa cala il bis – Già nel 2018 Vecchi Fossa era riuscito a imporsi nell’evento tricolore con più edizioni. L’impresa era arrivata alla prima gara disputata dopo un intervento a cuore aperto. Poi, nel 2020, il 26enne di Reggio Emilia sfiorò la doppietta chiudendo la competizione – vinta da Giulio Castagnara – al secondo posto al fianco di Andrea Saracino. E quest’anno, con una gara in crescendo, Vecchi Fossa è tornato a iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro. Trentaduesimo dopo il primo round, quinto a metà gara, al termine del “moving day” era secondo a un solo colpo da Manassero. Ma con un finale pirotecnico, sottolineato da un parziale di 63 (-8), ha dominato il quarto e ultimo giro. Per lui anche un assegno di 7.250 euro a fronte di un montepremi complessivo di 50.000.

Manassero ancora secondo – Già runner up nei primi due tornei del 2021 sull’Alps Tour, Manassero ha sfiorato ancora una volta la vittoria. L’atleta veneto, che lo scorso settembre è tornato al successo nel Toscana Alps Open, ha ritrovato gioco e continuità. 

I giovani amateur grandi protagonisti a Miglianico – Non solo il terzo posto di Campigli, che peraltro aveva chiuso in testa il secondo round. In Abruzzo sono stati tanti gli amateur a brillare. Ventitré quelli che sono riusciti a superare il taglio e otto quelli nella Top 10 con Andrea Romano 4/o (277, -7) davanti al pro Giacomo Fortini, 5/o con 278 (-6). E altri due dilettanti, Flavio Michetti e Davide Buchi, 6/i (279, -5). Dietro di loro Lucas Nicolas Fallotico, Niccolò Agugiaro e Neri Checcucci, 8/i (281, -3) al pari dei professionisti Aron Zemmer, Alessandro Tadini (campione nel 2009, 2012 e 2015) e Rocco Sanjust. Finale di gara convincente per Castagnara, campione uscente, da 47/o a 31/o con 287 (+3). 

Vecchi Fossa torna campione, “l’ultimo round è stato incredibile” - “Quello finale è stato un giro incredibile dove ha funzionato tutto bene, specialmente il putter. Ho imbucato tanti putt da lontano, realizzando molti birdie. Questo mi ha permesso di arrivare con maggiore tranquillità alle ultime buche. Giocare contro Manassero, che in carriera ha vinto tornei incredibili, è sempre stimolante. Ci tengo a fargli i complimenti, sta andando bene e sono sicuro che presto arriverà il suo momento. Un plauso va anche a Campigli che a mio avviso potrebbe già stare tra i professionisti”. 

La sicurezza al primo posto, il torneo a porte chiuse – Il Campionato Nazionale Open, visto il perdurare dell’emergenza sanitaria, si è giocato a porte chiuse, rispettando il distanziamento sociale e le norme di sicurezza emanate dalla Federazione Italiana Golf per fronteggiare il Coronavirus.

Gli Sponsor – L’Italian Pro Tour ha il supporto di DS Automobiles (Main Sponsor); Fideuram (Official Bank); Kappa, Eureco (Official Supplier); Corriere dello Sport, Tuttosport, Il Giornale (Media Partner). Official advisor: Infront.

Social Partner – Il circuito sostiene Sport Senza Frontiere Onlus che da anni porta avanti un progetto di inclusione sociale attraverso il golf.

L’Italian Pro Tour si prepara a tornare protagonista ancora a Miglianico – Dopo il Campionato Nazionale Open l’Italian Pro Tour si prepara a tornare protagonista al Miglianico Golf & Country Club dove, dal 22 al 24 aprile, si giocherà l’Abruzzo Alps Open, torneo inserito anche nel calendario dell’Alps Tour.