X00044
X00044

PRIMO GIRO: Equilibrio e spettacolo alle Hawaii nel primo giro del Sony Open, torneo del PGA Tour. Ad Honolulu, sul percorso del Waialae Country Club (par 70), con un approccio da fuori green finito direttamente in buca il cileno Joaquin Niemann con un parziale di 62 (-8) ha raggiunto al comando della classifica gli americani Peter Malnati e Jason Kokrak. 

Trio in vetta alle Hawaii dove tra i protagonisti ci sono anche nove tra i migliori venticinque giocatori al mondo. Alle spalle dei leader un sestetto d’inseguitori composto dagli statunitensi Jim Herman (al rientro dopo la positività al Covid), Vaughn Taylor, Patton Kizzire e Daniel Berger, 4/i (64, -6) al fianco dell’australiano Aaron Baddeley e del sudcoreano Si Woo Kim. 

I big rincorrono ad Honolulu. Webb Simpson, ottavo nel ranking mondiale, è 10/o (65, -5). Mentre Collin Morikawa (vincitore del PGA Championship nel 2020, tra i favoriti della vigilia e quinto nelle classifiche mondiali) è 23/o (66, -4) come Marc Leishman e Hideki Matsuyama, chiamato a riscattare la prova opaca (ultimo posto) offerta nel Sentry Tournament of Champions. E’ invece a cinque colpi dalla vetta Cameron Smith, solo 40/o (67, -3). L’australiano, campione uscente (nel 2020 conquistò il suo primo titolo individuale vincendo il Sony Open alla prima buca supplementare), precede in classifica Sungjae Im (secondo nell’ultima edizione del Masters), 55/o (68, -2). 

Dopo il ritorno alla vittoria nel Sentry Tournament (in scena la scorsa settimana a Kapalua, sempre alle Hawaii) avvio in salita per Harris English – secondo nella FedEx Cup e a caccia della leadership occupata da Dustin Johnson -, 99/o (70, par). Stesso score per Matt Kuchar (vincitore nel 2019) e Sergio Garcia. 

Tra i leader – tutti con un titolo sul PGA Tour – prova bogey free per Kokrak, protagonista di 8 birdie. Uno in meno di Malnati che è inciampato però in un bogey, proprio come Niemann che di birdie ne ha totalizzati 7 prima dell’eagle alla 18. In un torneo, il Sony Open, che mette in palio un montepremi di 6.600.000 dollari e precede il The American Express (21-24 gennaio a La Quinta, California), evento che vedrà l’atteso ritorno in gara del campione azzurro Francesco Molinari.

Il torneo su GOLFTV ed Eurosport 2 – Il Sony Open viene trasmesso in diretta su GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it), su Eurosport 2 e su Eurosport Player. Seconda giornata: notte tra venerdì 15 e sabato 16, dalle ore 1:00 alle ore 4:30.

PROLOGO: Il PGA Tour per la seconda settimana consecutiva fa tappa alle Hawaii. Dopo il Sentry Tournament of Champions di Kapalua, primo torneo del 2021 vinto al play-off dall’americano Harris English, ad Honolulu va in scena il Sony Open (14-17 gennaio). Sul percorso del Waialae Country Club difenderà il titolo l’australiano Cameron Smith (due titoli sul circuito) che, nel 2020, riuscì a superare con un par, alla prima buca supplementare, l’americano Brendan Steele, ora a caccia della rivincita.

Saranno 144 i giocatori in gara, tra questi anche nove tra i migliori 25 giocatori al mondo. Due quelli nella Top 10: Collin Morikawa (vincitore del PGA Championship nel 2020, quinto nel ranking), reduce dal 7° posto nel Sentry Tournament of Champions e tra i favoriti della vigilia, e Webb Simpson (ottavo). Chance per il titolo anche per Daniel Berger (tredicesimo), English (diciassettesimo e tornato al successo al Sentry dopo oltre 7 anni di digiuno), Sungjae Im (diciottesimo) e Hideki Matsuyama (ventunesimo), in cerca di riscatto dopo l’ultimo posto a Kapalua. E ancora: Adam Scott (ventiduesimo), Abraham Ancer (ventiquattresimo) e Ryan Palmer (venticinquesimo). 

Obiettivo “double” per English. Al secondo posto della FedEx Cup alle spalle di Dustin Johnson (assente per l’occasione), il 31enne di Valdosta (Georgia, Usa) sogna il sorpasso. Mentre insegue il secondo successo nella competizione, dopo quello del 2019, l’americano Matt Kuchar. Fari puntati pure sullo spagnolo Sergio Garcia, undicesimo nel Sentry Tournament of Champions, e sul cileno Joaquin Niemann. Mentre non sarà della sfida, perché positivo al Covid, il venezuelano Jhonattan Vegas. Al suo posto giocherà l’irlandese Seamus Power.