Andrea Pavan
Andrea Pavan

TERZO GIRO: L’inglese Andy Sullivan, leader con 192 (66 62 64, -21) ha allungato il passo a un giro al termine dell’English Championship, il terzo dei sei tornei denominati “UK Swing” con cui l’European Tour ha ripreso il suo cammino dopo lo stop per la pandemia. Sul percorso dell’Hanbury Manor Marriott Hotel & Country Club (par 71), a Ware in Inghilterra, ha guadagnato quindici posizioni Andrea Pavan, 28° con 203 (68 68 67, -10), è rimasto praticamente stabile Renato Paratore, 40° con 205 (69 67 69, -8), ed è risalito di dieci Lorenzo Gagli, 50° con 206 (68 69 69, -7).

Andy Sullivan, 33enne di Nuneaton con tre titoli tutti datati 2015 che gli valsero il posto nel team Europe alla Ryder Cup 2016, ha girato un 64 (-7) colpi, secondo score di giornata dopo il 63 (-8) del connazionale Marcus Armitage (10° con 200, -13), segnando due eagle, cinque birdie e due bogey e distanziando di ben cinque colpi l’altro suo connazionale Steven Brown (197, -16). Al terzo posto con 198 (-15) lo spagnolo Adrian Otaegui e due sudafricani, Brandon Stone e Dean Burmester, e al sesto con 199 (-14) e con scarse possibilità di competere per il titolo, il belga Nicolas Colsaerts, che ha subito due colpi di penalità, il danese Martin Simonsen, l’australiano Jason Scrivener e l’inglese Laurie Canter. Tre passi indietro del danese Rasmus Hojgaard, 16° con 201 (-12) e che probabilmente non riuscirà a entrare tra i top ten come nelle due precedenti gare, e tre in avanti dell’inglese Lee Westwood, che ha rinunciato a disputare l’US PGA Championship, major in corso negli States, il quale ha lo stesso punteggio di Pavan. Sono scivolati in bassa classifica il danese Thorbjorn Olesen, 50° come Gagli, a cui l’European Tour ha revocato la sospensione in attesa che venga giudicato dalla giustizia inglese il 6 dicembre 2021, e l’iberico Miguel Angel Jimenez, 65° con 208 (-5) dopo un 74 (+3), 56enne di Malaga che ha stabilito il nuovo record di presenze sul circuito con 708, contro le 706 dello scozzese Sam Torrance e che forse sta pagando la stanchezza per quattro tornei disputati in cinque settimane.

Pavan ha girato in 67 (-4) colpi con sei birdie e due bogey, Paratore in 69 (-2) con un eagle, cinque birdie, due bogey e un triplo bogey e stesso parziale per Gagli con cinque birdie e tre bogey. Sono usciti al taglio Guido Migliozzi, 74° con 138 (69 69, -4), e Francesco Laporta, 89° con 139 (69 70, -3). Il montepremi è di un milione di euro con prima moneta di 158.825 euro.

Si gioca a porte chiuse con i giocatori e tutti gli altri addetti ai lavori sottoposti ai test per il Covid-19 dagli specialisti della Cignpost e nel pieno rispetto delle distanze sociali e delle rigide norme di sicurezza dettate dalla Health Strategy.

Il torneo su GOLFTV – L’English Championship viene trasmesso in diretta da GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Quarta giornata: domenica 9 agosto dalle ore 14,30 alle ore 19. Su Eurosport2 ed Eurosport Players, differita dalle ore 23 alle ore 2,30

SECONDO GIRO: Un gran giro in 62 (-9) colpi, miglior score di giornata, per un totale di 128 (66 62, -14) e l’inglese Andy Sullivan si è preso la leadership nell’English Championship, il terzo dei sei tornei denominati “UK Swing” con cui l’European Tour è ripartito dopo lo stop per l’emergenza sanitaria. Sul percorso dell’Hanbury Manor Marriott Hotel & Country Club (par 71), a Ware in Inghilterra, sono tra media e bassa classifica Renato Paratore (69 67) e Andrea Pavan (68 68), 43.i con 136 (-6), e Lorenzo Gagli, 60° con 137 (68 69, -5), mentre sono usciti al taglio Guido Migliozzi, 74° con 138 (69 69, -4), e Francesco Laporta, 89° con 139 (69 70, -3).

Andy Sullivan, 33enne di Nuneaton con tre titoli tutti datati 2015 che gli valsero il posto nel team Europe alla Ryder Cup 2016, ha iniziato a buon passo con tre birdie e un bogey sulle prime nove buche, poi è letteralmente volato sulle seconde nove in cui ha realizzato sette birdie. Prodezza che, però, gli ha concesso solo un colpo di vantaggio sul connazionale Laurie Canter e sul sudafricano Dean Burmester (129, -13). In quarta posizione con 131 (-11) nove concorrenti tra i quali lo spagnolo Adrian Otaegui, il belga Nicolas Colsaerts, il sudafricano Brandon Stone e l’australiano Min Woo Lee, fratello di Minjee Lee, numero otto del Rolex Ranking femminile. Hanno perso terreno il 19enne danese Rasmus Hojgaard, da 8° a 13° con 132 (-10), che ha ottenuto due top ten nelle precedenti due gare “UK Swing”, e il nordirlandese Cormac Sharvin, da primo a 16° con 133 (--9). Ha tenuto l’iberico Miguel Angel Jimenez, 23° con 134 (-8), 56enne di Malaga con 21 titoli, dei quali 14 conseguiti dopo i 40 anni, e alla gara n. 708 sul circuito, nuovo record in materia strappato allo scozzese Sam Torrance (706). Poco dietro l’inglese Lee Westwood, 31° con 137 (-7), che ha rinunciato a disputare l’US PGA Championship, major in corso negli States, e il danese Thorbjorn Olesen, stesso punteggio di Pavan e Paratore, a cui l’European Tour ha revocato la sospensione in attesa che venga giudicato dalla giustizia inglese il 6 dicembre 2021.

Paratore ha messo insieme sei birdie e due bogey per il 67 (-4), mentre Pavan, che era salito in alta graduatoria dopo 16 buche in cui aveva segnato un eagle, cinque birdie e un bogey, ha vanificato quanto aveva pazientemente costruito con la sequenza doppio bogey-bogey a chiudere (68, -3). Per Gagli 69 (-2) colpi con due birdie e sedici buche in par. Il montepremi è di un milione di euro con prima moneta di 158.825 euro.

Si gioca a porte chiuse con i giocatori e tutti gli altri addetti ai lavori sottoposti ai test per il Covid-19 dagli specialisti della Cignpost e nel pieno rispetto delle distanze sociali e delle rigide norme di sicurezza dettate dalla Health Strategy.