24 gen 2022

golf, Pieters vince negli Emirati

Thomas Pieters ha vinto l'Abu Dhabi HSBC Championship, primo torneo delle Rolex Series del DP World Tour. Pavan miglior azzurro 25°

featured image
Andrea Pavan

EPILOGO: Il primo torneo delle Rolex Series 2022 del DP World Tour, circuito che ha sostituito nel nome l’European Tour, è stato vinto da Thomas Pieters. Negli Emirati Arabi Uniti, il belga si è aggiudicato l'Abu Dhabi HSBC Championship con il punteggio di 278 (65 74 67 72, -10) colpi. Andrea Pavan, il migliore dei sei italiani in gara, ha chiuso al 25° posto con uno score di 285 (69 72 69 75, -3). Il romano, 9° al termine del 'moving day', ha fatto registrare un punteggio parziale di 75 (+3) nell'ultimo giro. Sono usciti al taglio, invece, Francesco Laporta, Edoardo Molinari, Nino Bertasio, Guido Migliozzi e Renato Paratore, quest'ultimo entrato in extremis nel field.

Sul percorso dello Yas Links lo spagnolo Rafa Cabrera Bello e l'indiano Shubhankar Sharma si sono classificati 2/i con 279 (-9). In quarta posizione, con uno score di 280 (-8), il norvegese Viktor Hovland e il francese Victor Dubuisson. Delusione per il grande favorito della vigilia, il numero due del ranking mondiale Colin Morikawa. Lo statunitense non è andato oltre la 62/a piazza con un totale di 293 (+5).

Gli italiani in gara - Oltre al 25° posto di Andrea Pavan, unico azzurro a superare il taglio, Francesco Laporta si è classificato 77° con 148 (69 79, +4), Edoardo Molinari 107° con 151 (73 78, +7), Nino Bertasio 116° con 153 (76 77, +9), Renato Paratore 127° con 156 (75 81, +12) e Guido Migliozzi 128° con 157 (78 79, +13). 

Grazie a questo successo, il sesto in carriera sul massimo circuito europeo maschile e il primo in un torneo delle Rolex Series (il primo belga a riuscire in quest'impresa), Thomas Pieters succede nell'albo d'oro a Tyrrel Hatton, vincitore nel 2021, e incassa un assegno di 1.200.291,12 euro a fronte di un montepremi complessivo di 8.000.000 di dollari. Il DP World Tour rimarrà negli Emirati Arabi Uniti per un altro torneo delle Rolex Series 2022, il Dubai Desert Classic, che si disputerà dal 27 al 30 gennaio sul percorso dell'Emirates Golf Club.

TERZO GIRO: Negli Emirati Arabi Uniti, ancora una buona prova per Andrea Pavan. Il romano dopo il "moving day" dell'Abu Dhabi HSBC Championship di golf ha guadagnato cinque posizioni ed è ora 9/o con 210 (69 72 69, -6) . Unico azzurro ad aver superato il taglio, nel primo torneo delle Rolex Series del DP World Tour 2022 è distante cinque colpi dalla vetta occupata sempre da Scott Jamieson (205, -11). Ad Abu Dhabi lo scozzese - che nel palmares vanta un solo titolo nel circuito, arrivato in Sudafrica nel 2012 - è tallonato dall'irlandese Shane Lowry (che ha vinto questo evento nel 2019) e dal belga Thomas Pieters, entrambi secondi con 206 (-10). Chance per il titolo anche per l'indiano Shubhankar Sharma e il norvegese Viktor Hovland (numero 7 al mondo), quarti con 208 (-8).

Sul percorso dello Yas Links (par 72) continua a ben figurare Pavan. Due titoli sul circuito (al Real Czech Masters nel 2018 e al BMW International Open nel 2019), il capitolino è reduce da un 2021 al di sotto delle attese. L'ultima Top 10 l'ha ottenuta nell'ottobre del 2019 all'Open d'Italia, quando si classificò decimo. E ora Pavan insegue il riscatto. Diciassettesimo dopo il primo giro, quattordicesimo al termine del secondo, ha chiuso il terzo con un parziale di 69 (-3), realizzando cinque birdie con due bogey. "Ho lavorato bene nell'ultimo periodo e fino a questo momento sto ottenendo un risultato inaspettato. Sono fiducioso per il finale di gara e spero di continuare così. Vengo da un periodo difficile, con momenti complicati", le dichiarazioni di Pavan che, ad Abu Dhabi, vuole un risultato di prestigio in un appuntamento che mette in palio 8.000.000 di dollari.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?