Jim Herman
Jim Herman

Sul percorso del Sedgefield CC (par 70) di Greensboro, nel North Carolina, nell’ultimo torneo di qualifica per le tre gare finali della stagione 2019-2020 del PGA Tour, ossia i PlayOffs dove si assegnerà la FedEx Cup, che distribuirà 60 milioni di dollari dei quali 15 milioni andranno al vincitore, sono stati designati i 125 concorrenti che prenderanno parte al prossimo Northern Trust (20-23 agosto). Seguiranno il BMW Championship (27-30 agosto), dove i partecipanti si ridurranno a 70, e il Tour Championship (4-7 settembre) con 30 finalisti. Nel frattempo i primi dieci della classifica FedEx si sono divisi il bonus di dieci milioni di dollari, un premio per coloro che hanno realizzato più punti nel corso della stagione. Il leader Justin Thomas, che non ha giocato, ha ricevuto due milioni di dollari, con 1.5 per Collin Morikawa e 1,2 per Webb Simpson fino ai 500.000 dollari per il decimo, Jon Rahm, numero uno mondiale e anch’egli assente nel torneo.

Jim Herman (nella foto), 42enne di Cincinnati nel cui palmarès figura anche un successo nel tour australiano, ha realizzato un gran 63 (-7, un eagle, sei birdie, un bogey), miglior score di giornata ottenuto anche da Denny McCarthy (9° con 264, -16), superando la resistenza di Billy Horschel con un birdie alla buca 17. Il titolo, che gli ha reso 1.152.000 dollari su un montepremi di 6.600.000 dollari, lo ha fatto salire dal 318° al 91° posto nel World Ranking, lo ha rimesso in gioco nella FedEx Cup (da 192° a 54° in graduatoria) ed è entrato nel field del prossimo US Open. il major in programma al Winged Foot GC di Mamaroneck (New York) dal 17 al 20 settembre, poiché erano in palio due posti riservati a due dei primi dieci classificati non altrimenti esenti. L’altro è andato a Si Woo Kim, leader dopo tre turni, e terminato in terza posizione insieme a Kevin Kisner, a Doc Redman e a Webb Simpson (262, -18), per il quarto anno consecutivo tra i top tre in questa gara. Alla pari con McCarthy anche Patrick Reed e il coreano Sungjae Jim. In bassa classifica l’inglese Tommy Fleetwood, 59° con 275 (-5) e lo spagnolo Sergio Garcia, 66° con 276 (-4), che ha fallito l’ingresso tra i 125 promossi.

Due “hole in one” nel torneo – Quasi in coda anche il tawianese C.T. Pan, 69° con 277 (-3), malgrado abbia segnato un “hole in one” centrando direttamente dal tee la buca 16, par 3 di 178 yards. All’ace ha unito tre birdie, due bogey e un doppio bogey per un parziale di 69 (-1). E’ stata la seconda “buca in uno” del torneo, dopo quella di Si Woo Kim nel terzo turno (buca 3, par 3, yards 197, ferro 5).