Golf: Open Italia, a Monza Sergio Garcia
Golf: Open Italia, a Monza Sergio Garcia

TERZO GIRO: Occasione per Sergio Garcia di tornare al successo sul PGA Tour, dove si è fermato dopo il Masters 2017, e di rientrare tra i primi 50 del World Ranking da cui è rimasto fuori per la prima volta dal 2011. Lo spagnolo è salito al vertice del Sanderson Farms Championship con 202 (68 68 66, -14) colpi, dopo aver iniziato dal 17° posto ed essere passato per il settimo, alla pari con J.T Poston (202 – 66 67 69) e con l’australiano Cameron Davis (202 – 66 73 63). Nel giro finale hanno chances di competere per il successo anche Brandt Snedeker e il norvegese Kristoffer Ventura, quarti con 203 (-13), Aaron Wise, Danny McCarthy e Keegan Bradley, sesti con 204 (-12) e con quest’ultimo sceso dalla prima piazza che occupava dopo due turni. Sono in corsa anche Tyler McCumber e Charley Hoffman, noni con 205 (-11), mentre sono molto scarse le possibilità di confermare il titolo conseguito lo scorso anno per il colombiano Sebastian Muñoz, 14° con 207 (-9). Naviga a metà classifica Scottie Scheffler, 43° con 212 (-4), al rientro dopo lo stop perché positivo al Coronavirus.

Serio Garcia (nella foto), 40enne di Borriol, al 368° torneo sul circuito nel cui palmares figurano il citato Masters e, al netto di questo major, nove vittorie sul PGA Tour e 15 sull’European Tour, dove ha colto gli ultimi due allori nel 2018 (Andalucia Masters) e nel 2019 (KLM Open), ha girato in 66 (-6) con sei birdie, senza bogey. Cameron Davis, 25enne di Sydney, senza titoli sul circuito e con uno sul tour di casa, ha realizzato con 63 (-9, un eagle, sette birdie) lo score sul giro più basso in carriera e il migliore della giornata, risalendo di 23 posizioni. James Tyree Poston, 27enne di Hickory (North Carolina), un successo nel PGA Tour, ha segnato cinque birdie e due bogey per il parziale di 69 (-3).

Il vincitore sarà gratificato con un invito al Masters Tournament 2021, salvo che non abbia già diritto a parteciparvi, oltre che con un congruo assegno di 1.188.000 dollari su un montepremi di 6.600.000 dollari.

Il torneo su GOLFTV – Il Sanderson Farms Championship viene trasmesso in diretta da GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Quarta giornata: domenica 4 ottobre, dalle ore 22 alle ore 1. Commento di Matteo Delpodio e di Federico Colombo.

SECONDO GIRO: Un giro in 65 (-7) colpi, miglior score del secondo turno, e Keegan Bradley è salito con 131 (66 65, -13) al vertice del Sanderson Farms Championship (PGA Tour) sul percorso del Country Club of Jackson (par 72), a Jackson capitale dello Stato del Mississippi. Bradley (nella foto), 34enne di Woodstock (Vermont), ha solo quattro titoli nel palmarés, ma comprendono un major (PGA Championship 2011) e un WGC (Bridgestone Invitational 2012). Ha attaccato con decisione realizzando otto birdie e un bogey che gli hanno reso due colpi di vantaggio su J.T. Poston e su Charley Hoffman (133, -11) e quattro sul sudafricano MJ Daffue (134, -10), che ha avuto accesso nel field attraverso le prequalifiche.

E’ salito dal 17° al settimo posto con 136 (-8) lo spagnolo Sergio Garcia, che vuole rientrare rapidamente tra i top 50 del World Ranking, dai quali è rimasto fuori per la prima volta dal 2011. Stesso score per Kevin Chappell, Brandt Snedeker, Talor Gooch e per l’indiano Anibarn Lahiri, tornato nel precedente Corales Puntacana tra i top ten dopo due anni. E’ sceso al 12° posto con 137 (-7) il colombiano Sebastian Muñoz, che difende il titolo, leader nel primo girro insieme a Hoffman, Chappell e a Jimmy Walker precipitato al 45° (141, -3) ed è risalito dal 106° al 35° con 140 (-4), grazie a un 67 (-5) Scottie Scheffler, al rientro dopo lo stop perché positivo al Coronavirus.

Fuori al taglio lo svedese Henrik Stenson e Will Zalatoris, che aveva siglato due top ten nei precedenti impegni, compreso il sesto posto nell’US Open, 86.i con 144 (par), e Hudson Swafford, a segno domenica scorsa nel Corales Puntacana, 109° con 146 (+2).