Giulia Molinaro
Giulia Molinaro

PROLOGO: Dal 19 al 22 agosto sul percorso del Carnoustie Golf Links, ad Angus, in Scozia, andrà in scena l'ultimo Major femminile della stagione: l'AIG Women's Open. Il torneo, organizzato da LPGA e LET, precede la Solheim Cup e vedrà contendersi il titolo tantissime tra le migliori atlete del mondo. Tra queste c'è anche Giulia Molinaro, reduce dal taglio non superato al Trust Golf Women's Scottish Open, ma che proverà a ripetere la prestazione ottenuta al KPMG Women’s PGA Championship, il terzo Major giocato in stagione in cui raccolse un ottimo terzo posto.

Tra le favorite c'è Nelly Korda, numero uno del world ranking e vincitrice della medaglia d'oro ai Giochi di Tokyo, oltre che di un Major (il KPMG Women’s PGA Championship) e altri due tornei nel 2021. A sfidare la campionessa olimpica ci saranno anche le altre tre vincitrici Major della stagione, Patty Tavatanakit (ANA Inspiration), Yuka Saso (U.S. Women’s Open) e Minjee Lee (Amundi Evian Championship), oltre che diverse past winner dell'AIG Women's Open: Georgia Hall (2018), Ariya Jutanugarn (2016), Stacy Lewis (2013), Mo Martin (2014), Catriona Matthew (2009), Inbee Park (2015), Hinako Shibuno (2019) e Sophia Popov, che difenderà il titolo conquistato nel 2020. La vincitrice incasserà un assegno di 1.500.000 dollari, un record nella storia del golf femminile, su un montepremi complessivo di 5.000.000 di dollari.

Il Carnoustie Golf Links ospiterà l'AIG Women's Open per la seconda volta nella sua storia. La prima fu nel 2011 quando a trionfare fu Yani Tseng. Il percorso è un luogo storico per i golfisti di tutto il mondo, in particolare per gli italiani, perché nel 2018 Francesco Molinari vinse qui l'Open Championship. Inoltre, questo evento sarà anche l'ultima possibilità per le concorrenti di mettersi in mostra in vista della Solheim Cup, che si giocherà dal 10 al 12 settembre sul percorso dell'Inverness Club a Toledo, in Ohio, negli Stati Uniti. I capitani del Team USA e Europe, rispettivamente Pat Hurst e Catriona Matthew, ufficializzeranno le convocazioni delle squadre lunedì prossimo al termine dell'ultimo Major stagionale.

TRUST WOMEN'S OPEN: Sul percorso del Dumbarnie Links (Par 72), sulla costa orientale del Fife in Scozia, Ryan O'Toole vince il Trust Golf Women's Scottish Open, torneo organizzato da LPGA Tour e Ladies European Tour, con il punteggio di 271 (68 71 68 64, -17) colpi grazie ad un ultimo giro bogey free che le permette di superare la neozelandese Lydia Ko, medaglia d'argento ai Giochi di Tokyo, e la tailandese Atthaya Thitikul, seconde a pari merito con 274 (-14). La statunitense succede così alla connazionale Stacy Lewis, vincitrice nel 2020. Grazie a questo successo, Ryann O'Toole incassa un assegno da 225.000 dollari su un montepremi complessivo di 1.500.000 dollari. In undici stagioni sul massimo circuito americano femminile, non era mai andata oltre il terzo posto.

Niente riscatto per Giulia Molinaro, arrivata in Scozia con l'intenzione di tornare a giocare su alti livelli dopo il 46/o posto  ottenuto nella rassegna olimpica. La veneta, però, non è riuscita a superare il taglio e il suo torneo è finito con un 100/o posto in classifica con un punteggio totale di 149 (73 76 +5).