Francesco Molinari
Francesco Molinari

SECONDO GIRO: Dopo tre top ten Francesco Molinari è incappato nel secondo taglio mancato consecutivamente. Entrambi i tornei giocati in Florida quelli costati cari al nostro portacolori. Il secondo round del The Players Championship ha continuato a regalare spettacolo. A Ponte Vedra Beach, nel torneo del PGA Tour da molti considerato come un "quinto Major", che mette in palio un montepremi di 15.000.000 di dollari, oltre a Molinari non ha superato il taglio Rory McIlroy. Molinari, con un totale di 147 (76 71, +3), non è riuscito a staccare il pass per il weekend nonostante una prova sotto par chiusa in 71 (-1) con 4 birdie e 3 bogey. Partito con tre birdie nelle prime sei buche, Molinari ha segnato un pesante bogey causati da tre putt. In quel momento qualcosa nel gioco si è inceppato. Nonostante l'ottimo gioco da tee a green il nostro portacolori non ha concretizzato. Così, dopo aver vinto il torneo nel 2019 (nel 2020 l'evento è stato annullato al termine del primo giro per l'emergenza sanitaria) è stato eliminato.

Sul percorso del TPC Sawgrass (par 72) il nuovo leader è l'intramontabile Lee Westwood (a secco di successi sul PGA Tour dal 2010) che, dopo aver sfiorato il successo all'Arnold Palmer Invitational (chiuso al secondo posto), ora ci riprova. Ma in Florida è successo davvero di tutto tra hole in one (due), ribaltoni, eliminazioni eccellenti e una nuova sospensione per l'arrivo dell'oscurità con otto giocatori chiamati ad ultimare il secondo giro.

Westwood, 47enne di Worksop (Regno Unito) con una prova bogey free con 6 birdie e sottolineata da un 66 (-6), s'è preso la guida del leaderboard con un totale di 135 (69 66, -9) colpi, uno di vantaggio sul connazionale Matthew Fitzpatrick, secondo con 136 (-8). Mentre è scivolato in terza posizione (137, -7) Sergio Garcia, in testa dopo le 18 buche d'apertura. Stesso score per l'americano Chris Kirk.

Mentre in quinta posizione (138, -6) ci sono sei giocatori, tra questi gli statunitensi Bryson DeChambeau (che cerca di diventare il quarto golfista a vincere il The Players dopo aver trionfato la settimana precedente, nel suo caso all'Arnold Palmer), Ghim (unico insieme a Westwood ad annotare una prova bogey free) e Denny McCarthy, autore della sua prima hole in one in carriera sul massimo circuito Usa. Il 28enne di Takoma Park ha realizzato un ace alla buca 3 (par 3), da 165 yard (oltre 150 metri) e con un ferro 8. Score identico anche per il sudcoreano Sungjae Im, che ha inanellato 6 birdie consecutivi (miglior striscia in carriera).

I big inseguono in Florida. Lo spagnolo Jon Rahm, numero 2 mondiale, balza dalla 42/a alla 14/a piazza (140, -4). Justin Thomas e Patrick Reed condividono invece la 22/a posizione (142, -2) e precedono in classifica Dustin Johnson, re del golf maschile, risalito dal 60/o al 36/o posto (143, -1). Stesso score per Phil Mickelson e Brendon Todd, autore della seconda hole in one di giornata, con la palla scagliata direttamente in buca alla 8 (par 3) con un legno 5 da 213 yard (194,7 metri).