Rory McIlroy
Rory McIlroy

TERZO GIRO: McIlroy torna in testa all’Abu Dhabi HSBC Championship. Al termine del terzo giro del primo torneo dell’anno dell’European Tour, il nordirlandese si riprende la guida della classifica con uno score totale -13 (-5 di giornata). Rory non ha mai vinto un torneo della Rolex Series e in questa sua 12esima partecipazione dell’Abu Dhabi HSBC Championship sembra mettere, giorno dopo giorno, un tassello in più per raggiungere il traguardo finale.

La classifica è cortissima e moltissimi giocatori hanno una chance di vittoria. Tyrell Hatton è uno di questi. L’inglese è al secondo posto a un colpo dal leader e oggi tenterà di conquistare la sua quarta Rolex Series. Occhio anche a Tommy Fleetwood artefice oggi di un ottimo -5. L’inglese ha scalato la classifica piazzandosi in solitaria al terzo posto a -11. Questo sabato ha dimostrato ancora una volta il suo incredibile talento con i ferri al green. Per lui sei birdie e un bogey e un 67 finale, miglior risultato odierno insieme a McIlroy e Bezuidenhout.

Restano appaiati a -10 Marc Warren e David Lipski mentre a -9 troviamo Rafa Cabrera-Bello. il 36enne di Las Palmas è incappato in troppi errori segnando ben quattro bogey che sommati a tre birdie lo fanno scendere di quattro posizioni in classifica.

La giornata di sabato è stata contrassegnata anche da una hole in one. A effettuarla è stata Alexandrer Levy che alla 15 si è portato a casa anche una BMW 850i. Un terzo giro in salita per Nino Bertasio, unico italiano ad aver superato il taglio, caduto a -1. Dopo un eagle alla 3, Nino è incappato in due bogey e un doppio bogey. Ha poi realizzato un ulteriore birdie alla 15 e concluso in +1. Per lui la 22esima posizione in classifica. Non ha superato il taglio per un solo colpo Francesco Laporta.

“La giornata è stata molto impegnativa” – ha affermato a caldo Rory McIlroy – “Il forte vento ha influenzato molte decisioni ed è stato difficile calcolare bene le distanze per colpa delle continue raffiche. Questo mi ha penalizzato soprattutto dal tee di partenza. Sono stato fortunato in alcune buche, come alla 10, e sono riuscito a concretizzare molte occasioni da birdie oltre che imbucare un approccio per l’eagle. Domani voglio costruire la mia vittoria buca dopo buca, non ho mai vinto un torneo delle Rolex Series e spero che questa sia la mia occasione”. Con queste parole di McIlroy l’appuntamento è per domani sempre su GOLFTV per seguire l’ultimo giro dell’Abu Dhabi HSBC Championship.

SECONDO GIRO: Nel 2° giro dell’Abu Dhabi HSBC Championship, Tyrell Hatton ha preso il largo con uno score totale di -13 e -5 di giornata. L’inglese ha tenuto una bella lezione di golf con un gioco praticamente perfetto. Per lui infatti un eagle, il terzo della settimana, un bogey e quattro birdie. Il risultato, è la guida della classifica con ben cinque colpi di vantaggio sui suoi diretti inseguitori. Sembra proprio che ad Hatton piacciano particolarmente i tornei della Rolex Series. Dovesse vincere domenica arriverebbe a quota quattro oltre all’Open d’Italia nel 2017, al Turkish Airlines Open nel 2019 e al BMW PGA Championship nel 2020. A cinque colpi di distacco troviamo i secondi in classifica: Jason Scrivener, Jazz Janewattanond, Romain Langasque e Rory McIlroy. Giornata negativa per il nordirlandese, leader nella primo giro, che al momento dello stop si trova a +1 di giornata.

Notizie non troppo positive invece sul fronte azzurro. Andrea Pavan è stato costretto a ritirarsi per un problema al polso mentre Renato Paratore (+6), Edoardo Molinari (+4) e Lorenzo Gagli(+1) sono automaticamente fuori dal taglio, che al momento è fermo a -1. Hanno invece buone change di giocare sabato e domenica Guido Migliozzi che domani mattina dovrà lottare con le unghie e con i denti per rientrare in gioco. Al momento è pari con il par. Bene Francesco Laporta, fermo a -1 con tre buche da giocare e Nino Bertasio a -3.