31 mar 2022

golf, Giulia Molinaro al primo major

In California la proette veneta scendo in campo per il primo torneo stagionale dello Slam. Sul percorso di Rancho Mirage 19 tra le migliori 20 giocatrici al mondo

Giulia Molinaro
Giulia Molinaro

Giulia Molinaro in California al The Chevron Championship, primo Major del 2022 – A Rancho Mirage, in California, dal 31 marzo al 3 aprile va in scena il The Chevron Championship (che ha sostituito nel nome l’ANA Inspiration), primo Major del 2022 che vedrà in gara anche Giulia Molinaro. Al Mission Hills Country Club (Dinah Shore Tournament Course), la proette veneta sarà tra le 115 protagoniste - tra queste anche 19 tra le migliori 20 giocatrici al mondo – della competizione che metterà in palio 5.000.000 di dollari (in aumento di 1.900.000 rispetto al 2021), di cui 750.000 andranno alla vincitrice. All’appello, tra le campionissime della disciplina, mancherà solo l’americana Nelly Korda. Medaglia d’oro ai Giochi di Tokyo, la numero 2 del world ranking - dopo lo spavento per via di un coagulo di sangue trovato nel braccio - non sarà della partita.

Field super a Rancho Mirage – Dalla sudcoreana Jin Young Ko, regina del golf femminile, alla neozelandese Lydia Ko (vincitrice nel 2016), dalla thailandese Patty Tavatanakit (campionessa in carica, venti anni dopo la leggenda svedese Annika Sorenstam proverà a vincere consecutivamente la competizione) all’australiana Minjee Lee. Sono solo alcune delle proette più attese dell’evento che sognano di alzare al cielo l’iconico Dinah Shore Trophy. C’è curiosità di conoscere il nome della vincitrice che, dal 1998, celebra tradizionalmente il successo tuffandosi nella piscina che circonda il green della buca 18, conosciuto con il nome di Champions Lake o “Poppie’s Pond”, com'è stato soprannominato nel 2006 in onore di Terry Wilcox (chiamato Poppie dai suoi nipoti), direttore del torneo dal 1994 al 2008.Oltre alla Tavatanakit e alla Ko, saranno in gara altre otto past winner. Tra queste le sudcoreane Mirim Lee (2020), Jin Young Ko (2019), So Yeon Ryu (2017), Inbee Park (2013), la svedese Pernilla Lindberg (2018), le americane Brittany Lincicome (2009, 2015), Lexi Thompson (2014) e Stacy Lewis (2011), capitano degli USA alla Solheim Cup del 2023. Nel field ci saranno inoltre le vincitrici dei primi sei tornei del LPGA Tour 2022: l’americana Danielle Kang (Hilton Grand Vacations Tournament of Champions), le già citate Lydia Ko (Gainbridge LPGA at Boca Rio) e Jin Young Ko (HSBC Women's World Championship), l’irlandese Leona Maguire (LPGA Drive On Championship at Crown Colony), la danese Nanna Koerstz Madsen (Honda LPGA Thailand) e la thailandese Atthaya Thitikul (JTBC Classic), più giovane golfista a imporsi sul Ladies European Tour, nel luglio del 2017 (quando era ancora una amateur) all’età di 14 anni, 4 mesi e 9 giorni, nel Ladies European Thailand Championship. Occasione importante per Giulia Molinaro, chiamata a riscattare l’uscita al taglio arrivata al JTBC Classic. La proette veneta nel giugno 2021, al KPMG Women’s PGA Championship (uno dei cinque eventi del Grande Slam femminile), riuscì a ottenere un terzo posto quale suo miglior risultato in carriera in un appuntamento del Grande Slam.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?