Renato Paratore
Renato Paratore

EPILOGO: Lo spagnolo Adrian Otaegui ha letteralmente travolto gli avversari nel giro finale e con 265 (62 70 70 63, -23) colpi ha firmato il terzo titolo sull’European Tour nello Scottish Championship, il torneo, disputato a porte chiuse, che ha anticipato il 77° Open d’Italia, in programma la prossima settimana, dal 22 al 25 ottobre, allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Buon finale di Renato Paratore, salito dal 51° al 37° posto con 281 (68 73 73 67, -7), e al 56° con 285 (71 71 74 69, -3) Lorenzo Scalise.

Sul percorso del Fairmont St Andrews (par 72), a Fife in Scozia, Otaegui, 27enne di San Sebastian, che non vinceva dal maggio del 2018 (Belgian Knockout), si è liberato della morsa di quattro giocatori inglesi con un 63 (-9, dieci birdie, un bogey), punteggio più basso di giornata. Leader nei primi due turni e sceso al terzo dopo 54 buche, ha recuperato i quattro colpi di ritardo dall’inglese Matt Wallace, che era in vetta, per poi distanziarlo di altrettanti, il quale si è dovuto accontentare del secondo posto con 269 (-19). Alle sue spalle gli altri tre suoi connazionali che avevano provato a contrastare, almeno nelle prime buche del giro, il ciclone iberico: Aaron Rai, terzo con 271 (-17), che recentemente si era imposto nello Scottish Open (Rolex Series), Chris Paisley e Garrick Porteous, quarti con 272 (-16).

In buona classifica l’inglese Lee Westwood e il nordirlandese Padraig Harrington, che sarà il capitano del Team Europe alla prossima Ryder Cup (Wisconsin, 2021), 14.i con 276 (-12), il cinese Ashun Wu e i sudafricani Brandon Stone e Justin Walters, 16.i con 277 (-11), quest’ultimo autore dell’altro 63 (nove birdie) del turno.

Renato Paratore ha realizzato un 67 (-5), miglior score personale sui quattro giri, con cinque birdie, senza sbavature. Parziale di 69 (-3) per Lorenzo Scalise, anche per lui punteggio personale più basso, con cinque birdie e due bogey. Adrian Otaegui è stato gratificato con un assegno di 156.825 euro su un montepremi di un milione di euro.

TERZO GIRO: L’inglese Matt Wallace ha portato il suo attacco e con un 67 (-5) e lo score di 132 (65 67, -12) ha raggiunto, recuperandogli tre colpi, lo spagnolo Adrian Otaegui (132 - 62 70) in vetta alla classifica dello Scottish Championship (European Tour), sul percorso del Fairmont St Andrews (par 72), a Fife in Scozia. Entrambi saranno tra i protagonisti del 77° Open d’Italia, in programma la prossima settimana, dal 22 al 25 ottobre, allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Hanno fatto passi indietro, e ora sono a metà classifica, i due italiani in gara, Renato Paratore, 44° con 141 (68 73, -3), e Lorenzo Scalise, 49° con 142 (71 71, -2).

La coppia di testa precede l’inglese Aaron Rai (133, -11), recente vincitore dello Scottish Open (Rolex Series), e il francese Adrien Saddier (134, -10). Al quinto posto con 135 (-9) gli inglesi Paul Waring e Garrick Porteous e l’irlandese Padraig Harrington, che sarà il capitano del Team Europe nella prossima Ryder Cup (Wisconsin, 2021). Sono in buona posizione anche lo scozzese Marc Warren, lo statunitense Sean Crocker e il nordirlandese Jonathan Caldwell, ottavi con 136 (-8), il campione inglese Lee Westwood, anch’egli nel field dell’Open d’Italia, e il sudafricano Brandon Stone, 11.i con 137 (-7), il cinese Ashun Wu e l’inglese Eddie Pepperell, 18.i con 138 (-6).

Matt Wallace, 30enne di Hillingdon con quattro titoli sul circuito, ha operato la rimonta con sei birdie e un bogey. Adrian Otaegui, 27enne di San Sebastian con due successi, ha evitato il sorpasso con cinque birdie e tre bogey per il 70 (-2). Renato Paratore ha iniziato con un triplo bogey a cui ha rimediato con quattro birdie tra la quarta e la nona buca, ma nel rientro tre bogey, contro un solo birdie, hanno fatto un parziale di 73 (+1). Lorenzo Scalise ha viaggiato in par sulla prima metà del tracciato (due birdie, due bogey) e poi ha guadagnato un colpo sul campo con due birdie e un bogey (71, -1).