Renato Paratore
Renato Paratore

Grant Forrest si aggiudica l’Hero Open, seconda edizione del torneo valido per l’European Tour che si è disputato al Fairmont St Andrews (Torrance Course, Par 72), sulla costa orientale del Fife, in Scozia. Il padrone di casa trova il primo successo in carriera sul primo circuito maschile europeo e vince con un totale di 264 (68 68 62 66, -24) colpi davanti all’inglese James Morrison (265, -23) e allo spagnolo Santiago Tiarro (267, -21). Il classe 1993 nato a Livingston è stato protagonista negli ultimi due giri, specialmente nel “moving day” chiuso con 11 birdie, un bogey e un totale di 62 (-10). Lo scozzese ha tenuto alti i ritmi con un 66 (-6) frutto di otto birdie e di due bogey e ha distaccato nettamente il suo compagno di viaggio dopo tre turni e connazionale Calum Hill, terminato quarto con 268 (-20) dopo un 70 (-2) alla pari con l’altro scozzese David Law.

Tra gli azzurri in gara, solo Renato Paratore ha superato il taglio. Partito in salita con un primo round da 75 (+3) colpi, il romano classe 1996 ha rimontato nei giri successivi ed è riuscito a piazzarsi 56/o con uno score di 283 (75 67 66 75, -5). Oltre a Paratore, reduce dal 27/o posto ai Giochi di Tokyo, c’erano anche Aron Zemmer (71 73) e Lorenzo Gagli (73 71) che hanno chiuso 76/i con 144 (Par) e Francesco Laporta. Quest’ultimo, 32/o la scorsa settimana all’ISPS Handa World Invitational, non va oltre il 102/o posto con un punteggio di 146 (71 75, +2).

TERZO GIRO - Renato Paratore ha continuato la sua rimonta, purtroppo tardiva, salendo dal 50° al 29° posto con 208 (75 67 66, -8), grazie a un 66 (-6, sei birdie), nell’Hero Open (European Tour) sul percorso del Fairmont St Andrews, a Fife in Scozia.

Due scozzesi al comando con 198 (-18): Calum Hill (63 68 67), già al vertice dopo un turno in cui con 63 (-9) aveva battuto il record del campo, e Grant Forrest (68 68 62) che con 62 (-10, undici birdie, un bogey) ha eguagliato il nuovo primato che era stato stabilito dal danese Lucas Bjerregaard nel secondo turno. Con tale prodezza, peraltro, Forrest ha rimontato dalla 17ª piazza. In corsa per il titolo, nel round conclusivo, anche lo spagnolo Santiago Tarrio, terzo con 199 (-17), l’altro scozzese David Law e il citato Bjerregaard, quarti con 200 (-16), lo statunitense Berry Henson e l’inglese Matthew Jordan, sesti con 201 (-15).

Sono usciti al taglio Aron Zemmer (71 73) e Lorenzo Gagli (73 71), 76.i con 144 (par), e Francesco Laporta, 102° con 146 (71 75, +2). Il montepremi è di 1.250.000 euro.