Matteo Manassero
Matteo Manassero

SECONDO GIRO: L’attacco dell’olandese Joost Luiten, uno dei favoriti, leader con 128 (65 63, -12) colpi e il gran recupero di Lorenzo Gagli, da 81° a 17° con 134 (70 64, -6), hanno caratterizzato la seconda giornata dell’Euram Bank Open, il secondo torneo con cui European Tour e Challenge Tour, che l’hanno organizzato insieme, hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. 

Sul percorso del GC Adamstal (par 70), a Ramsau in Austria, Joost Luiten, 34enne di Bleiswijk con sei titoli sul circuito maggiore e due sul Challenge, ha girato in 63 (-7) segnando un eagle, sei birdie e un bogey e distaccando di due colpi il francese Joel Stalter, altro concorrente con ambizioni di successo, e lo svedese Philip Eriksson (130, -10). Al quarto posto con 131 (-9) il transalpino Julien Brun e al quinto con 132 (-8) lo scozzese Chris Robb, lo statunitense John Catlin, lo svedese Christofer Blomstrand e l’australiano Deyen Lawson, in vetta dopo un turno insieme al ceco Stanislav Matus, sceso al 17° alla pari con Gagli.

Hanno effettuato una buona rimonta, salendo in 45ª posizione con 137 (-3), anche Francesco Laporta (71 66), dalla 99ª, e Filippo Bergamaschi, (70 67), dall’81ª, e sono rimasti in gara Federico Maccario (68 70) ed Enrico Di Nitto (68 70), 58.i con 138 (-2). 

Gagli ha realizzato 64 (-6) colpi con sei bridie senza bogey, Laporta 66 (-4) con sei birdie e due bogey, Bergamaschi 67 (-3) con sei birdie, di cui tre a chiudere decisivi per mantenersi in corsa, un bogey e un doppio bogey, e Maccario e Di Nitto 70 (par) entrambi con due birdie e altrettanti bogey.

Non hanno superato il taglio, caduto a 138, Lorenzo Scalise, 94° con 141 (68 73, +1), Aron Zemmer, 106° con 142 (70 72, +2), e Matteo Manassero, 114° con 144 (72 72, +4). Si gioca a porte chiuse, rispettando le distanze sociali e i rigidi protocolli di sicurezza. Il montepremi è di 500.000 euro.

PRIMO GIRO: L’australiano Deyen Lawson e il ceco Stanislav Matus sono i leader con 63 (-7) colpi dell’Euram Bank Open, il secondo torneo con cui European Tour e Challenge Tour, che l’hanno organizzato insieme, hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus.

Sul percorso del GC Adamstal (par 70), a Ramsau in Austria, dove competono otto italiani, sono a metà classifica, 39.i con 68 (-2). Federico Maccario, Enrico Di Nitto e Lorenzo Scalise (nella foto) e sono più indietro Lorenzo Gagli, Aron Zemmer e Filippo Bergamaschi, 81.i con 70 (par), Francesco Laporta, 99° con 71 (+1), e Matteo Manassero, 113° con 72 (+2), che ha vanificato la bella prova sulle prime quindici buche con errori nelle ultime tre.

Dei due leader, entrambi senza titoli sui due tour, Deyen Lawson, 29enne di Geelong, ha realizzato nove birdie e due bogey, mentre Stanislav Matus ha segnato sette birdie senza bogey. Hanno un colpo di vantaggio sull’inglese Jordan Wrisdale, sullo svedese Philip Eriksson e sul finlandese Oliver Lindell (64, -6). Al sesto posto con 65 (-5) nove concorrenti tra i quali l’olandese Joost Luiten, uno dei favoriti, l’inglese Ross McGowan e il francese Joel Stalter.