Lorenzo Gagli
Lorenzo Gagli

EPILOGO: In un finale ricco di colpi di scena, molto combattuto e con numerosi protagonisti che andavano lentamente fuori gioco, l’inglese Callum Shinkwin ha trovato il guizzo giusto per firmare il primo titolo sul circuito nell’Aphrodite Hills Cyprus Open. Ha concluso con lo score di 264 (67 66 68 63, -20) colpi alla pari con il finlandese Kalle Samooja (264 - 70 66 64 64) e poi lo ha superato con un birdie alla prima buca di playoff.

Sul percorso dell’Aphrodite Hills Resort (par 71), nella città di Paphos a Cipro, nazione che ha ospitato per la prima volta un evento dell’European Tour e la 50ª toccata dal circuito continentale, si è classificato al 41° posto con 276 (66 69 72 69, -8) Lorenzo Gagli, unico italiano in campo.

Samooja, 32enne di Turku con un successo sul Challenge Tour, era riuscito a portarsi in testa a tre buche dalla fine con un colpo di margine sulla concorrenza, ma poco dopo Shinkwin, 27enne di Watford senza titoli anche nel Challenge Tour, arrivato con anticipo sul green della 18, ha messo a segno un putt chilometrico per l’eagle e ha sopravanzato l’avversario di un colpo, realizzando peraltro un 63 (-8, un eagle, sei birdie), miglior score del turno. Nel frattempo avevano ceduto il gallese Jamie Donaldson, leader dopo tre giri, lo scozzese Robert MacIntyre e il sudafricano Garrick Higgo, tutti a lungo in corsa, terzi con 266 (-18). 

Samooja, pur in svantaggio, non ha perso la calma e sull’ultima buca con il settimo birdie per il 64 (-7) ha portato Shinkwin al playoff. Poi l’epilogo con l’inglese che ha realizzato il birdie risolutivo da circa un metro e mezzo dall’asta e con il finlandese che lo ha fallito dalla stessa distanza. Shinkwin ha percepito un assegno di 162.563 euro su un montepremi di un milione di euro.

In sesta posizione con 267 (-17) l’australiano Jason Scrivener, l’inglese Dale Whitnell e il finlandese Sami Valimaki e in nona con 268 (-16) il francese Adrien Saddier.

Lorenzo Gagli è partito piuttosto bene ed è rimasto per due giri in alta classifica, poi un 72 (+1) nel terzo turno lo ha portato a metà graduatoria. Nel quarto ha incontrato un doppio bogey dopo cinque buche che ha successivamente recuperato con quattro birdie per il parziale di 69 (-2).

L’European Tour resta a Cipro dove sullo stesso percorso avrà luogo l’Aphrodite Hills Cyprus Showndown (5-8 novembre) con formula particolare perché si comincerà medal e si finirà match play. Parteciperanno Lorenzo Gagli e Francesco Laporta.

TERZO GIRO: Sarà un giro finale tutto da seguire nell’Aphrodite Hills Cyprus Open dove sul percorso dell’Aphrodite Hills Resort (par 71), in una classifica molto corta, vi saranno almeno venti giocatori nell’arco di quattro colpi in grado di poter vincere, ma tra costoro non figura Lorenzo Gagli, che ha perso posizioni scivolando dal 18° al 38° posto con 207 (66 69 72, -6). 

Nella città di Paphos a Cipro, nazione che ospita per la prima volta un evento dell’European Tour, il gallese Jamie Donaldson, 45enne di Pontypridd con tre titoli nel palmarès, l’ultimo nel 2014, è riuscito a isolarsi in vetta con 199 (65 65 69, -14) colpi grazie a un birdie sull’ultima buca (dopo aver segnato in precedenza quattro birdie e tre bogey), con cui ha perfezionato il parziale di 69 (-2). In tal modo, dopo una continua altalena in vetta alla graduatoria con tanti protagonisti, si è liberato della compagnia dell’inglese Marcus Armitage. del belga Thomas Detry, dello scozzese David Drysdale, 45enne di Edinburgo, 509 gare sul tour senza vittorie, e dei finlandesi Kalle Samooja e Sami Valimaki, quest’ultimo alla prima stagione sul circuito e già con un successo.

In settima posizione con 201 (-12) e con buone prospettive un altro vincitore stagionale, il sudafricano Garrick Higgo, affiancato dal danese Jeff Winther, dallo scozzese Robert MacIntyre e dagli inglesi Callum Shinkwin e Jordan Smith. Tra gli altri che inseguono, tutti con possibilità di insidiare Donaldson, ricordiamo l’indiano Shubhankar Sharma e il francese Adrien Saddier, 12.i con 202 (-11), il danese Thorbjorn Olesen e l’inglese Andy Sullivan, 16.i con 203 (-10). Lorenzo Gagli, unico italiano in gara, è partito con due bogey e ha concluso con un altro bogey. In mezzo due birdie hanno fatto 72 (+1).