Francesco Laporta
Francesco Laporta

EPILOGO: Sul percorso del Dom Pedro Victoria Golf Course (par 71), Thomas Pieters ha vinto il Portugal Masters, ultimo torneo dell'European Tour che si è giocato nel Vecchio Continente. Il principale circuito europeo si sposterà ora negli Emirati Arabi Uniti per la volata finale e gli ultimi due appuntamenti della "Race to Dubai". Il belga si è imposto con un totale di 265 (68 64 65 68, -19) colpi davanti ai danesi Nicolai Hojgaard (vincitore quest'anno del DS Automobiles 78° Open d’Italia) e Lucas Bjerregaard e al francese Matthieu Pavon, secondi con 267 (-17).

Due italiani in Top 10: Nino Bertasio e Francesco Laporta, rispettivamente 5/o con 271 (61 69 74 67, -13) e 7/o con 272 (70 66 69 67, -12). Il 33enne nativo di Zurigo è stato il leader dell'evento fino al termine del secondo round dopo aver iniziato con un giro da record (il migliore della sua carriera sull'European Tour, con 10 birdie e bogey free per un totale di 61 e -10 di giornata). Per il pugliese, invece, si tratta della terza Top 10 stagionale dopo i 4/i posti ottenuti al Dubay Duty Free Irish Open e al DS Automobiles 78° Open d’Italia. Grazie a questo risultato, il classe 1990 passa dalla 51/a alla 46/a posizione nell'ordine di merito. Una buona notizia in vista del Dubai Championship e, soprattutto, del Dp World Tour Championship, l'ultimo atto della stagione in cui saranno presenti i migliori 50 giocatori della 'money list'.

Chiude in 22/a posizione Edoardo Molinari con 276 (72 69 68 67, -8). Tra gli altri azzurri in gara, non hanno superato il taglio Renato Paratore e Lorenzo Gagli, rispettivamente 74/o con 144 (72 72, +2) e 100/o con 151 (76 75, +9).

Per Pieters si tratta del quinto successo sull'European Tour. Il classe 1992 di Geel torna alla vittoria dopo un lungo digiuno di due anni: l'ultimo trofeo vinto fu il D+D Real Czech Masters nel 2019. Il 29enne incassa così un assegno di 237.810 euro su un montepremi complessivo di 1.500.000 e succede nell'albo d'oro al sudafricano George Coetzee, vincitore nel 2019.

PROLOGO: European Tour, cinque azzurri in Portogallo – Con il Portugal Masters (4-7 novembre) comincia la volata finale dell’European Tour che si concluderà il 21 novembre a Dubai dopo il Dp World Tour Championship. Saranno cinque gli italiani in gara al Dom Pedro Victoria Golf Course: Renato Paratore, Francesco Laporta, Edoardo Molinari, Nino Bertasio e Lorenzo Gagli. A Vilamoura occasione importante per gli azzurri che ambiscono a guadagnare posizioni nella Race to Dubai, l’ordine di merito dell’European Tour. Guido Migliozzi è già certo di un posto per il gran finale di Dubai (prima del Dp World Tour Championship si disputerà il Dubai Championship). Mentre Laporta ed Edo Molinari, rispettivamente al 51/o e 67/o posto della “money list”, cercano risultati importanti per staccare il biglietto per il Dp World Tour Championship. Discorso diverso per Bertasio e Paratore, rispettivamente 111/o e 124/o, che inseguono la tranquillità per conservare la carta piena per l’European Tour 2022. Più staccato invece Gagli, 193/o. Gli azzurri vogliono il primo successo stagionale sul circuito in un evento che ha visto Francesco Molinari runner up nel 2009 e nel 2010.

Difenderà il titolo il sudafricano George Coetzee. Nel field, tra gli altri, anche i gemelli danesi Rasmus e Nicolai Hojgaard (vincitore quest’anno del DS Automobiles 78° Open d’Italia), oltre all’irlandese Padraig Harrington, capitano del team Europe all’ultima Ryder Cup del Wisconisn. L’evento garantirà un montepremi di 1.500.000 euro.