Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 giu 2022

golf, Edoardo Molinari esempio da capitano

In Germania il torinese risale all'11° posto a 18 buche dal termine del Porsche European Open. Al comando distante cinque colpi Victor Perez che cerca il bis dopo il successo di 7 giorni fa in Olanda

4 giu 2022
Edoardo Molinari
Edoardo Molinari
Edoardo Molinari
Edoardo Molinari

Il capitan Edoardo Molinari è un giocatore che non molla mai. Carattere granitico, grande lucidità e capacità di analisi. Questi i tratti principali del giocatore esempio per i futuri golfisti del team europe alla Ryder 2023, quando sarà vice capitano. In Germania, alla prima gara da vicecapitano, Molinari è salito all'11° posto dopo il moving day del Porsche European Open, torneo del DP World Tour, dopo un giro in 70 colpi. Dolci i ricordi che accompagnano il torinese che lo scorso anno ha concluso al secondo posto, ora distante quattro colpi.

Ad Amburgo, sul tracciato del Green Eagle Golf Courses, l'azzurro è in par a cinque colpi da Victor Perez. Il francese, dopo il successo nel Dutch Open in Olanda sette giorni fa, il secondo in carriera, ha l’occasione di firmare anche il Porsche European Open cogliendo così il terzo titolo sul tour europeo. Dopo il 68 iniziale il 29 enne di Semea ha realizzato due 71, quello odierno impreziosito da una hole in one alla buca 2, par 3 di 217 yards. Il transalpino precede in classifica il connazionale Julien Brun e lo svedese Joakim Lagergren, entrambi secondi con -4.

Non è riuscito a cambiare rotta Andrea Pavan. Il romano, quarto al termine del primo giro, ora è 31° con +3 dopo due giri sopra il par in 76 e 74 colpi.

Secondo giro: Giornata difficile per gli azurri nel Porsche European Open, gara inserita nel DP World Tour. Sul tracciato del Green Eagle Golf Course, ad Amburgo in Germania, Andrea Pavan è scivolato dalla quarta alla 26ma posizione a causa di un giro in 76 colpi e un totale di 145 (+1). Con lui giocherà nel fine settimana il solo Edoardo Molinari, risalito al 33° posto con un giro in par e il totale di 148 colpi, (+2).

Niente da fare per gli altri italiani. Dopo la squalifica (al termine del primo round e in virtù di una leggerezza commessa dal proprio caddie) di Lorenzo Gagli, il bresciano Nino Bertasio è stato costretto a ritirarsi per un infortunio alla mano. Sono stati invece eliminati: Renato Paratore, 74° con 149 (76 73, +5), Francesco Laporta, 99° con 151 (77 74, +7), e Guido Migliozzi, 132° con 157 (81 76, +13)

il nuovo leader è l’inglese Jordan Smith che, con un giro in 68 (-4) su un totale di 138 (70 68, -6) risale dieci posizioni e si prende la vetta. Dietro di lui ecco il francese Victor Perez (reduce dal successo in Olanda al Dutch Open), secondo con 140 (-4) davanti al connazionale Julien Brun, allo svedese Joakim Lagergren (in testa dopo le 18 buche di apertura), e al danese Niklas Norgaard Moller, tutti terzi con 141 (-3).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?