Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
30 gen 2022

golf DP Tour, McIlroy insegue Harding

Al termine del terzo giro del Dubai Desert Classic il nordirlandese si è portato al secondo posto a due lunghezze da Justin Harding. Andrea Pavan e Edoardo Molinari al 23° posto puntano al top ten

30 gen 2022
Rory McIlroy
Rory McIlroy
Rory McIlroy
Rory McIlroy

TERZO GIRO: Negli Emirati Arabi Uniti il sudafricano Justin Harding, con un parziale di 71 (-1) e un totale di 204 (-12) colpi, dopo il terzo giro è restato in testa alla classifica del Dubai Desert Classic. Il sudafricano potrà così provare a conquistare il terzo titolo in carriera sul DP World Tour (che quest'anno ha sostituito nel nome l'European Tour). Nel secondo torneo delle Rolex Series 2022, che mette in palio otto milioni di dollari, il 35enne di Somerset West - che in bacheca vanta anche due successi sull'Asian Tour e sette sul Sunshine Tour - precede in graduatoria il nordirlandese Rory McIlroy (ottavo nel world ranking), secondo con 206 (-10) e vincitore del Dubai Desert Classic nel 2009 e nel 2015. Mentre in teza posizione con 207 (-9) ecco l'inglese Tommy Fleetwood e il sudafricano Erik Van Rooyen. Bagarre al quinto posto (208, -8) condiviso da sei giocatori, tra questi anche i britannici Paul Casey (campione uscente), Tyrrell Hatton e Richard Bland.

Sul percorso dell'Emirates Golf Club (par 72) i migliori tra gli azzurri sono il romano Andrea Pavan (reduce dal 25° posto all'Abu Dhabi HSBC Championship) e il torinese Edoardo Molinari, entrambi 23mi con 213 (-3). Mentre il bresciano Nino Bertasio è 45° con 216 (par).

SECONDO GIRO: Passi avanti di Nino Bertasio, da 27° a 17° con 140 (70 70, -4) colpi, e indietro di Andrea Pavan, da terzo e anche lui 17° con 140 (67 73), e di Edoardo Molinari da 27° a 32° con 142 (70 72, -2) nel secondo giro del Dubai Desert Classic, il secondo torneo delle Rolex Series del DP World Tour 2022 in svolgimento all'Emirates Golf Club (par 72) di Dubai.

Nuovo leader il sudafricano Justin Harding (133 - 65 68, -11), 35enne di Somerset con due titoli sul circuito, autore di un 68 (-4, un eagle, quattro birdie, due bogey) che gli ha concesso due colpi di margine sull’inglese Tyrrell Hatton (135, -9) e tre sul paraguaiano Fabrizio Zanotti e sul sudafricano Erik Van Rooyen (136, -8).

Hanno recuperato posizioni il nordirlandese Rory McIlroy, numero otto mondiale, e il norvegese Viktor Hovland, numero cinque, quinti con 137 (-7) insieme al danese Joachim B. Hansen, in vetta dopo un turno, all’inglese Richard Bland e al polacco Adrian Meronk.

Hanno un colpo in più i tre inglesi Paul Casey, campione in carica, Tommy Fleetwood e Lee Westwood, decimi con 138 (-6), e sono in ritardo recuperabile lo statunitense Collin Morikawa,  numero due del World Ranking, lo spagnolo Sergio Garcia e l’australiano Adam Scott, 25° con 141 (-3).

Bertasio ha girato in 70 (-2) colpi con quattro birdie e due bogey, Pavan in 73 (+1) con quattro birdie e cinque bogey e Molinari in 72 (par) con un cammino piuttosto articolato fatto di un eagle, tre birdie, tre bogey e doppio bogey. Sono usciti al taglio Guido Migliozzi, 97° con 148 (75 73, +4), e Francesco Laporta. 130° con 158 (79 79, +14). Il montepremi è di otto milioni di dollari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?