Enrico Di Nitto
Enrico Di Nitto

EPILOGO: Tripla prodezza del ceco Ondrej Lieser che ha vinto con 273 (70 69 66 68, -11) colpi il Challenge Tour Grand Final, conquistando il secondo titolo in carriera nell’arco di due settimane, divenendo il miglior giocatore del Challenge Tour 2020 essendosi imposto nella Road To Mallorca (ordine di merito), primo atleta della sua nazione a riuscirci, e ottenendo anche il diritto a partecipare nella prossima stagione ad alcuni particolari eventi del circuito maggiore. Infatti quest’anno non sono state assegnate le ‘carte’ per l’European Tour, come avveniva in precedenza, ma i primi cinque della money list sono stati gratificati con questa opportunità. Hanno offerto una buona prestazione Enrico Di Nitto, nono con 277 (67 68 74 68, -7), e Aron Zemmer, 16° con 281 (69 69 70 73, -3).

Sul percorso del T-Golf & Country Club (par 71), a Cala Figuera nell’isola spagnola di Maiorca alle Baleari, Ondrej Lieser, 29enne di Pardubice che in precedenza aveva vinto il Challenge de España, ha condotto il giro conclusivo in 68 colpi (-3, cinque birdie, due bogey) che gli hanno permesso di prevalere di misura sullo spagnolo Santiago Tarrio, sullo svedese Christofer Blomstrand e sul tedesco Alexandre Knappe (274, -10), quest’ultimo in vetta dopo tre turni. In quinta posizione con 275 (-9) il gallese David Boote, il danese Niklas Norgaard Møller e lo svedese Robin Petersson. Dei primi cinque giocatori nella Road To Mallorca alla vigilia, l’inglese Matt Ford (4°) si è classificato 14° con 280 (-4), tre hanno occupato il 21° posto con 282 (-2,) i tedeschi Marcel Schneider, che era in vetta, e Hurly Long (5°) e l’inglese Richard Mansell (3°), mentre lo spagnolo Pep Angles (2°) è terminato 34° con 285 (+1). E’ rimasto escluso dalle agevolazioni per la prossima annata Long, mentre nella Roat To Mallorca Lieser (punti 116.344) ha preceduto nell’ordine Schneider, Angles, Mansell e Ford. Al 35° posto Di Nitto (p. 26.202), al 47° Zemmer (p. 20.906), al 62° Federico Maccario (p. 11.318) e al 68° Lorenzo Scalise (p. 10.458).

Nel turno conclusivo Di Nitto è risalito dalla 15ª posizione con un parziale di 68 (-3, quattro birdie e un bogey) e Zemmer è rimasto sostanzialmente stabile con un 73 (+2, due birdie, due bogey e un doppio bogey). A Lieser è andato un assegno di 62.000 euro su un montepremi di 350.000 euro. Lo scorso anno Francesco Laporta vinse la gara e fu primo nella Road To Mallorca.

 

TERZO GIRO: Il tedesco Alexander Knappe ha mantenuto la leadership con 203 (68 63 72, -10) colpi a un giro dal termine del Challenge Tour Grand Final, dove Aron Zemmer, 12° con 208 (69 69 70, -5), ha guadagnato una posizione ed Enrico Di Nitto, 15° con 209 (67 68 74, -4), ne ha perse undici.

Sul percorso del T-Golf & Country Club (par 71), a Cala Figuera nell’isola spagnola di Maiorca alle Baleari, nell’evento che conclude la stagione del Challenge Tour non verranno assegnate al termine, come negli scorsi anni, “carte” per l’European Tour ai migliori della Road To Mallorca (l’ordine di merito), ma i primi cinque potranno partecipare nel 2021 ad alcuni particolari eventi del circuito maggiore. 

Knappe, 31enne di Brilon con due titoli sul tour datati 2016, ha avuto difficoltà come dimostra il suo 72 (+1, due birdie, tre bogey), ma è riuscito a mantenere un colpo di margine sul danese Niklas Norgaard Møller (204, -9) e a conservare intatte le sue possibilità di ottenere un successo che gli permettere di entrare tra i “top 5”. Al terzo posto con 205 (-8) il ceco Ondrej Lieser e gli svedesi Robin Petersson e Christofer Blomstrand e al sesto con 206 (-7) il norvegese Kristian Krogh Johannessen. Scivolone dell’inglese Richard Mansell, numero tre dell’ordine di merito, da secondo a 18° con 210 (-3), che rischia di uscire dal gruppo degli eletti, così come il tedesco Hurly Long, 25° con 212 (-1). Sono invece praticamente a rischio zero il tedesco Marcel Schneider, numero uno, che ha il medesimo punteggio, e lo spagnolo Pep Angles, 32° con 214 (+1), i quali dispongono di un vantaggio molto rassicurante nella Road To Mallorca.

Zemmer ha segnato 70 (-1) colpi con cinque birdie, due bogey e un doppio bogey e Di Nitto un 74 (+3) con due birdie e cinque bogey. Il montepremi è di 350.000 euro con prima moneta di 62.000 euro. Lo scorso anno Francesco Laporta vinse la gara e fu primo nella Road To Mallorca.