Sofia Goggia
Sofia Goggia

Val d’Isere, 19 dicembre 2020 – Il numero di ieri, la quasi caduta a 130 orari, aveva lasciato scorie oggi. Qualche dolore sparso per Goggia, rimasta in piedi per miracolo nella prima libera e una vittoria forse buttata per uno sciocco errore. Nella seconda, antidolorifici e adrenalina per tornare al successo in libera dopo quasi due anni. Ottava vittoria in Coppa del mondo per la bergamasca che dunque si rilancia ad alti livelli.

“Sono molto contenta di essere tornata sul gradino più alto del podio – ha affermato ai canali federali - Ho patito un po' i dolori del numero che ho fatto venerdì, sono stata costretta a ricorrere ad un'iniezione di antidolorifico, ma quando sale l'adrenalina in gara non senti più niente. Onestamente, non pensavo che il mio tempo sarebbe bastato per la vittoria, invece le linee giuste hanno pagato. Ho vinto e corso di testa, venerdì l’atteggiamento era stato migliore ma sono andata oltre il limite, oggi ho fatto meglio tecnicamente. Domani con il super g voglio chiudere bene il weekend”.

Leggi anche - Sci, doppietta di Kilde in Gardena