Geraint Thomas
Geraint Thomas

Roma, 19 agosto 2020 - Doveva essere una corsa a tre tra il vincitore 2019 Richard Carapaz, il giovane talento Remco Evenepoel e l'eterno Vincenzo Nibali. Invece il Giro d'Italia 2020 ha cambiato due dei tre possibili protagonisti, colpa degli infortuni e delle scelte tecniche. Remco Evenepoel è caduto nella discesa del Sormano e la sua stagione è finita, l'ecuadoriano è stato invece dirottato al Tour dal Team Ineos che ha deciso di non portare in Francia i due ex vincitori Chris Froome e Geraint Thomas.

Sarà dunque un Giro più appassionante, perché arriverà l'ex vincitore del Tour Geraint Thomas, forte in salita e a cronometro, che sostituirà come capitano Richard Carapaz e potrebbe diventare il primo gallese a vincere la corsa rosa. Ma non è finita perché gli avversari non mancheranno. In casa Astana, per esempio, ci saranno due punte: il vincitore del Lombardia Jakob Fuglsang e il vincitore del Giro dell'Emilia Aleksandr Vlasov, il secondo soprattutto appare molto forte in salita ma sui due pesa l'incognita delle tre settimane. Non sarà da sottovalutare nemmeno la Mitchelton Scott che presenterà al via uno dei fratelli Yates, ovvero Simon che nel 2018 sfiorò la vittoria finale fino alla penultima tappa ma che ha già nel palmares la vittoria di una Vuelta di Spagna. Nibali invece cercherà di arrivare con un picco di forma migliore rispetto a quello mostrato nelle prime corse di agosto, in una Trek Segafredo che gli fornirà a supporto il forte Ciccone.