Giro d'Italia 2020, O'Connor vince la tappa 17 (Ansa)
Giro d'Italia 2020, O'Connor vince la tappa 17 (Ansa)

Madonna di Campiglio, 21 ottobre 2020 - La tappa 17 del Giro d'Italia 2020 sembra il prosieguo della frazione di ieri, quando Jan Tratnik aveva beffato all'arrivo Ben O'Connor. L'australiano non solo non si è abbattuto, ma oggi ha rotto l'incantesimo, trovando la sua prima vittoria in un grande giro e per giunta su un traguardo storico come quello di Madonna di Campiglio. Deludono invece gli uomini in lotta per la classifica generale, guidata sempre da Joao Almeida: il portoghese beneficia dell'impasse dei rivali e soprattutto della rivalità all'interno della Sunweb tra Wilco Kelderman e Jai Hindley. L'impressione è che Almedia sia ormai attaccabile solo nella tappa 18, che proporrà alla carovana rosa 4 GPM, tra cui il mitico Stelvio, Cima Coppi di quest'edizione visto che il Colle dell'Agnello, inizialmente in programma nella tappa 20, non verrà scalato.

La cronaca

Sulle prime rampe della salita di Forcella Valbona (21,4 km al 6,7%) si vedono i primi tentativi di fuga: quello buono annovera 28 corridori, tra i quali un Ruben Guerreiro (EF Pro Cycling) a caccia di punti per la maglia azzurra. Il portoghese continua nella sua azione sul Monte Bondone (20 km al 6,8% di pendenza media e massima del 15%), così come il resto degli attaccanti, come Dario Cataldo (Movistar), che allunga in discesa. Sull'abruzzese si riportano poi i compagni di squadra Hector Carretero e Davide Villella, oltre a Ilnur Zakarin (CCC), Rohan Dennis (Ineos Grenadiers), Ben O'Connor (NTT), Amanuel Gebreigzabhier (NTT), Harm Vanhoucke, Thomas De Gendt (Lotto Soudal) e Hermann Pernsteiner (Bahrein-McLaren). Questo drappello approccia davanti il Passo Durone (10,4 km al 6% di pendenza media e massima del 10%) e, ai piedi della salita di Madonna di Campiglio (12,5 km con pendenza media del 5,7% e massima del 9%), viene raggiunto da Geoffrey Bouchard (AG2R La Mondiale), Victor De La Parte (CCC), Jesper Hansen (Cofidis), Kilian Frankiny (Groupama-FDJ) e Oscar Rodriguez (Astana). L'abbondanza lì davanti in realtà dura poco: il plotoncino si screma tra scatti e controscatti, con De Gendt e soprattutto O'Connor sugli scudi. Pernsteiner si getta all'inseguimento dell'australiano, che resiste e va a vincere la frazione dopo la beffa di ieri per mano di Jan Tratnik. Nel gruppo maglia rosa intanto si fa vedere la Sunweb: il primo scatto è di Jai Hindley, rimontato dal compagno di squadra (ma rivale interno) Wilco Kelderman. A beneficiare di questa guerra intestina è Joao Almeida, che mantiene la maglia rosa e lo fa con sempre più autorità: per lui l'ultimo ostacolo prima del successo finale sembra essere solo il tappone dello Stelvio.

Ordine d'arrivo tappa 17 Giro d'Italia 2020

1) Ben O'Connor (NTT) in 5h50'59''
2) Hermann Pernsteiner (TBM) +31''
3) Thomas De Gendt (LTS) +1'10''
4) Ilnur Zakarin (CCC) +1'13''
5) Kilian Frankiny (GFC) +1'55''
6) Harm Vanhoucke (LTS) +2'49''
7) Davide Villella (MOV) +3'29''
8) Oscar Rodriguez (AST) +3'29''
9) Amanuel Gebreigzabhier (NTT) +3'30''
10) Jesper Hansen (COF) +4'32''








Classifica generale Giro d'Italia 2020

1) Joao Almeida (DQT) in 71h41'18''
2) Wilco Kelderman (SUN) +17''
3) Jai Hindley (SUN) +2'58''
4) Tao Geoghegan Hart (IDG) +2'59''
5) Pello Bilbao Lopez De Armentia (TBM) +3'12''
6) Rafal Majka (BOH) +3'20''
7) Vincenzo Nibali (TFS) +3'31''
8) Domenico Pozzovivo (NTT) +3'52''
9) Patrick Konrad (BOH) +4'11''
10) Fausto Masnada (DQT) +4'26''








Leggi anche - Vuelta 2020, Roglic subito padrone