Giro d'Italia 2018, Domenico Pozzovivo (LaPresse)
Giro d'Italia 2018, Domenico Pozzovivo (LaPresse)

Montevergine di Mercogliano, 13 maggio 2018 – Domenica di un certo peso al Giro d’Italia 2018. In attesa della risalita verso le Alpi, la corsa rosa propone oggi una tappa insidiosa, la numero 9, con un finale durissimo che presenta circa 45 chilometri di salita verso il Gran Sasso sul totale di 225 da Pesco Sannita a Campo Imperatore in una frazione mossa, dura, con pochissima pianura e difficile da tenere chiusa per le squadre. Le fatiche dei giorni scorsi, ultimo l'arrivo in salita a Montevergine con la vittoria della maglia bianca Carapaz (FOTO), si faranno sentire nelle gambe dei big. E c'è anche l'incognita meteo, con i corridori che, se nella prima parte della tappa stanno trovando il sole, iniziando a salire rischiano di incontrare il maltempo

Giro d'Italia 2018 live, Yates trionfa sul Gran Sasso

Giro d'Italia 2018, Froome perde l'elicottero e (quasi) il traghetto

Il percorso. Primi 50 chilometri vallonati, poi prima piccola asperità – non catalogata Gpm – verso Santa Maria Addolorata, breve discesa poi 8 chilometri di salita per arrivare a Rionero Sannitico, anche questa non considerata Gpm. La prima vera asperità di giornata inizierà al chilometro 100 con il Gpm di seconda categoria di Roccaraso (8.9 chilometri con pendenze massime del 12%). Dopo la vetta falsopiano di 10 chilometri a cui segue una lunga discesa fino al traguardo volante di Popoli al chilometro 161 di corsa. Sei chilometri dopo altro traguardo volante a Bussi sul Tirino prima di arrivare al gran finale. Gli ultimi 45 chilometri saranno di salita con un brevissimo falsopiano solo a 30 dal traguardo. La salita verso il Gran Sasso sarà divisa in due, primo Gpm a Calascio (pendenze medie del 6% fino al 14esimo chilometro di salita, poi spiana per 5 chilometri) che terminerà a 33 dall’arrivo a cui seguiranno gli ultimi 27 chilometri di ascesa verso Campo Imperatore. Primi 10 al 4.5%, fase centrale facile con pendenze attorno al 2, mentre il finale è duro. Gli ultimi 5 chilometri sono all’8% di pendenza media con punte al 13. L’arrivo è fissato a 2.100 metri sul livello del mare. 

GIRO TAPPA 8_31044234_182821

Orari tv.  Diretta Raisport Hd dalle 11.50, switch su Rai Due alle 15. Live disponibile anche in streaming su Raiplay.it. Eurosport in diretta dalle 13, disponibile anche su Eurosportplayer.it e dispositivi Premium Play e Sky Go. 

Passaggi e favoriti – Partenza da Pesco Sannita alle 11.10, primo strappo a Santa Margherita attorno alle 12.30, secondo strappo a Rionero alle 13.35. Inizio della salita di Roccaraso tra le 13.33 e le 13.49, arrivo in vetta tra le 13.52 e le 14.11. Inizio del Gpm di Calascio tra le 15.22 e le 15.50, arrivo in cima tra le 15.57 e le 16.32. Ultima salita tra le 16.05 e le 16.41, arrivo previsto a Campo Imperatore tra le 16.54 e le 17.37. La tappa si presenta adatta a diversi piani tattici, può arrivare una fuga ma anche gli uomini di classifica si daranno battaglia soprattutto negli ultimi chilometri di salita. Per le fughe spazio a Polanc, Ulissi, Gesink, De Marchi, Brambilla, Ciccone, Henao, Hermans e Cattaneo. Tra i pretendenti alla maglia rosa occhio agli scalatori Chaves e Yates, oltre a Pozzovivo, Bennett e Pinot. Chris Froome, caduto sul fianco destro verso Montevergine, lo stesso sbattuto in Israele, potrebbe cominciare a scaldare i motori mentre ci si aspetta un segnale anche da Fabio Aru.

 

La fuga più lunga: 350 chilometri e niente vittoria

Orinde d'arrivo dell'ottava tappa

1)Richard Carapaz (MOV) in 5h 11' 35''
2)Davide Formolo (BOH) a 7''
3)Thibaut Pinot (GFC) a 7''
4)Enrico Battaglin (TLJ) a 7''
5)Simon Philip Yates (MTS) a 7''
6)Domenico Pozzovivo (MTS) a 7''
7)Johan Esteban Chaves (MTS) a 7''
8)Patrick Konrad (BOH) a 7''
9)Michael Woods (EFD) a 7''
10)P. Bilbao Lopez De Armentia (AST) a 7''








La nuova classifica generale dopo la tappa 8

1)Simon Philip Yates (MTS) in 31h 43' 12''
2)Tom Dumoulin (SUN) a 16''
3)Johan Esteban Chaves (MTS) a 26''
4)Thibaut Pinot (GFC) a 41''
5)Domenico Pozzovivo (TBM) a 43''
6)Rohan Dennis (BMC) a 53''
7)P. Bilbao Lopez De Armentia (AST) a 1'03''
8)Richard Carapaz (MOV) a 1'06''
9)Chris Froome (SKY) a 1'10''
10)George Bennett (TLJ) a 1'11''










Chris Froome (LaPresse)