Giro Italia 2018, Yates tra i favoriti della tappa 8 (LaPresse)
Giro Italia 2018, Yates tra i favoriti della tappa 8 (LaPresse)

Praia a Mare, 12 maggio 2018 – Il Giro d’Italia 2018 ripropone oggi un nuovo arrivo in salita nella tappa 8, dopo la frazione costiera - per velocisti - che ha portato la truppa a Praia a Mare. Un'ascesa non dura come l’Etna, ma comunque favorevole a chi ha mostrato gambe migliori in questa prima settimana di gara. Si parte da Praia a Mare e si arriva, dopo 209 chilometri, a Montevergine di Mercogliano.

Giro d'Italia 2018, tappa 9. Orari tv, percorso e favoriti

Giro d'Italia 2018, classifica e risultati dopo la tappa 8 

Richard Carapaz (LaPresse)

 

Il percorso. Tappa sostanzialmente divisa in tre parti, abbastanza mossa in avvio, facile nella parte centrale, in salita in quella finale. Partenza da Praia a Mare, primi 41 chilometri non particolarmente difficili, poi la morfologia del terreno inizia a cambiare con diversi tratti di salita non catalogati come Gpm. Due le salitine, la prima a Policastro Bussentino, la seconda verso Ceraso. Mancheranno qui 130 chilometri al traguardo. Arriva la parte facile, con discesa, strade filanti e tanta pianura. Al chilometro 110 traguardo volante di Agropoli, al chilometro 154 quello di Salerno. Da qui si inizia costantemente a salire. Negli ultimi 55 chilometri non c’è pianura, si sale prima dolcemente verso Baronissi, segue falsopiano poi si riprende in maniera più marcata a Montoro. In località Cezi la strada spiana fino all’imbocco della salita finale a Mercogliano per gli ultimi 15 chilometri di ascesa. Le pendenze verso Montevergine non sono durissime – media del 6% - ed è presente solo un breve tratto al 10%, ma proprio perché servirà avere brillantezza nelle gambe per fare alta velocità, coloro che si sono presentati più in forma in questo avvio di Giro potrebbero beneficiarne ancora. 

Giro d'Italia 2018, il percorso e gli arrivi in salita (otto)

Orari tv e favoriti – Partenza dalle 12 da Praia a Mare, passaggio da Policastro attorno alle 12.55, da Ceraso alle 13.45. Traguardo volante di Agropoli tra le 14.28 e le 14.42, quello di Salerno tra le 15.26 e le 15.46. Inizio della salita verso Montevergine tra le 16.23 e le 16.49, arrivo previsto tra le 16.58 e le 17.31. I favoriti potrebbero essere gli stessi della tappa dell’Etna, anche se le pendenze sono più facili. Yates ha mostrato grande condizione, lo stesso discorso vale per Chaves, brillanti sono stati anche Pozzovivo, Lopez e Pinot ma su una salita da pendenze costanti e non durissime, la potenza di Dumoulin potrebbe farla da padrone. Da verificare la tenuta di Froome, in controllo sull'Etna, e Aru, apparso più in difficoltà. Per quanto riguarda le fughe, occhio a Ciccone, Ulissi, Polanc, Hermans e De Marchi.

Diretta Raisport Hd dalle 11.50, switch su Rai Due dalle 14.30. Eurosport live dalle 13. Dirette visibili in streaming anche sul siti Raiplay ed Eurosport Player e sui dispositivi Premium Play e Sky Go.

Giro d'Italia 2018, Froome perde l'elicottero e (quasi) il traghetto

La fuga più lunga: 350 chilometri e niente vittoria

CLASSIFICA GENERALE dopo la tappa 7

1)Simon Philip Yates (MTS) in 26h 31' 30''
2)Tom Dumoulin (SUN) a 16''
3)Johan Esteban Chaves Rubio (MTS) a 26''
4)Domenico Pozzovivo (TBM) a 43''
5)Thibaut Pinot (GFC) a 45''
6)Rohan Dennis (BMC) a 53''
7)P. Bilbao Lopez De Armentia (AST) a 1'03''
8)Chris Froome (SKY) a 1'10''
9)George Bennett (TLJ) a 1'11''
10)Fabio Aru (UAD) a 1'12''








© RIPRODUZIONE RISERVATA