4 apr 2022

Giro delle Fiandre 2022, vince Van Der Poel. Beffa Pogacar. L'ordine d'arrivo

L'olandese batte allo sprint Van Baarle, Madouas e lo sloveno, che esita troppo e, alla prima sulle 'pietre', deve accontentarsi di un piazzamento

giusy anna maria d'alessio
Sport
Mathieu Van Der Poel (Ansa)
Mathieu Van Der Poel (Ansa)

Oudenaarde, 3 aprile 2022 - Dopo il successo del 2020 arriva il bis: il protagonista è Mathieu Van Der Poel che, in assenza del rivale di sempre Wout Van Aert, appiedato dal Covid, si ritrova a fare i conti con Tadej Pogacar dopo che i due avevano fatto il vuoto sul secondo passaggio sull'Oude Kwaremont. Un vuoto che la coppia al comando rischia di pagare negli ultimi metri a causa di una fase di studio troppo lunga che riporta sotto gli ex compagni di fuga Dylan Van Baarle e Valentin Madouas. La tattica di attesa dello sloveno, al debutto sulle 'pietre', non paga e nello sprint a spuntarla è l'olandese, figlio e nipote d'arte, che si aggiudica il Giro delle Fiandre 2022 cancellando così le tante delusioni accumulate l'anno scorso.

La cronaca

 
La fuga buona parte presto ed è composta da Sébastien Grignard (Lotto Soudal), Taco Van Der Hoorn (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux), Stan Dewulf (AG2R Citroen Team), Manuele Boaro (Astana Qazaqstan Team), Tom Bohli (Cofidis), Max Kanter (Movistar Team), Luca Mozzato (B&B Hotels p/b KTM), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Lindsay De Vylder (Sport Vlaanderen–Baloise). In gruppo ad accendere la miccia sul Molenberg (500 metri con una pendenza media del 6,7%) sono Jonas Koch (Bora-Hansgrohe) e Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), raggiunti poi da Ivan Garcia Cortina (Movistar Team), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost), Mads Pedersen, Alex Kirsch (Trek-Segafredo), Yves Lampaert, Zdenek Stybar, Jannik Steimle (Quick-Step Alpha Vinyl Team), Mick Van Dijke (Jumbo-Visma), Gianni Vermeersch (Alpecin-Fenix), Ben Turner, Ben Swift (Ineos Grenadiers), Marco Haller (Bora-Hansgrohe), Olivier Le Gac, Kevin Geniets (Groupama-FDJ) e Tim Wellens (Lotto Soudal). Inizialmente restano fuori uomini del calibro di Tadej Pogacar (UAE Team Emirates), Kasper Asgreen (Quick-Step Alpha Vinyl Team) e Mathieu Van Der Poel (Alpecin-Fenix) ma sull'Oude Kwaremont (2,2 km con una pendenza media del 4% e massima dell'11,6%) una rasoiata pazzesca dello sloveno ricuce lo strappo prima dell'attacco di Fred Wright (Bahrain Victorious) e Dylan Van Baarle (Ineos Grenadiers). Sul Koppenberg (600 metri con una pendenza media dell'11,6% e massima del 22%) finiscono i sogni di gloria del vincitore della scorsa edizione, Asgreen, appiedato da un problema meccanico. Sul Taaienberg (530 metri con una pendenza media del 6,6% e massima del 15,8%) la coppia di testa viene raggiunta da Pogacar, Van Der Poel e Valentin Madouas (Groupama-FDJ). Sul secondo passaggio sull'Oude Kwaremont, come da previsioni, Pogacar e Van Der Poel staccano gli altri battistrada e si preparano a una volata che sarà vinta dall'olandese, che beffa lo sloveno (e gli inseguitori che intanto si erano rifatti sotto) e va a vincere il suo secondo Giro delle Fiandre dopo quello del 2020.

Ordine d'arrivo Giro delle Fiandre 2022

 

1) Mathieu Van Der Poel (AFC) in 6h18'30''
2) Dylan Van Baarle (IGD) st
3) Valentin Madouas (GFC) st
4) Tadej Pogacar (UAD) st
5) Stefan Kung (GFC) +2''
6) Dylan Teuns (TBV) +2''
7) Fred Wright (TBV) +11''
8) Mads Pedersen (TFS) +48''
9) Christophe Laporte (TJV) +48''
10) Alexander Kristoff (IWG) +48''

Gand-Wevelgem 2022, vince la sorpresa Girmay. L'ordine d'arrivo
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?