Julian Alaphlippe
Julian Alaphlippe

Roma, 30 marzo 2021 – Sarà un Giro delle Fiandre chiuso in bolla, e senza deroghe, per le squadre partecipanti. Nelle ultime corse al nord si sono registrati casi di positività in tre squadre, Lotto Soudal, Trek-Segafredo e Bora Hansgrohe, e l’organizzazione sta cercando di creare bolle sicure e stringenti per i corridori chiamati a partecipare alla Ronde. Un solo caso di positività, come successo alla Trek in occasione della Gand, potrebbe portare al ritiro dell’intera squadra.

Per questo motivo sono state varate ulteriori misure di sicurezza in vista sia della Dwars Vlaanderen di mercoledì sia per il Giro delle Fiandre di domenica. Le squadre avranno bolle iper controllate e inviolabili, sia dall’esterno che dall’interno. Nessun corridore potrà lasciare gli alberghi di competenza e ci saranno rigide regole sull’uso delle mascherine e del distanziamento sociale. Non ci sarà la possibilità di tornare nelle proprie abitazioni anche per i corridori che possiedono un domicilio o la residenza in Belgio, tra questi anche il francese Julian Alaphilippe. Tutto blindato per rendere la corsa il più regolare possibile ed evitare spiacevoli ritiri.

Leggi anche - Trentin beffato alla Gand: "Ho sbagliato a inizio volata"