L'altimetria della quindicesima tappa
L'altimetria della quindicesima tappa

Valdobbiadene, 18 ottobre 2020 - Si fa sul serio al Giro d'Italia 2020 mentre incombe la terza e ultima settimana di gara. Oggi nella tappa 15, dopo la crono di Valdobbiadene vinta da Filippo Ganna, ecco le montagne vere con il primo grande arrivo in salita a Piancavallo previsto per domenica 18 ottobre. Sulla cima che lanciò Marco Pantani verso il primo dei due successi di tappa al Giro 1998, i big non potranno più nascondersi. Soprattutto Vincenzo Nibali che ha perso ulteriore terreno da Almeida e Kelderman. Lo squalo dovrà fare i conti anche con una Trek Segafredo sempre più in difficoltà: dopo il ritiro di Weening nelle prime tappe, la formazione del siciliano ha perso anche Giulio Ciccone, costretto a lasciare per una bronchite. L'abruzzese era una pedina fondamentale, a livello strategico, per le mosse di Nibali. 

Qui la classifica generale dopo la tappa 15

Percorso

In programma la Rivolto-Piancavallo di 185 chilometri. La partenza è un omaggio alle Frecce Tricolori con il via dalla loro base di partenza, l'arrivo è in quota a 1290 metri di altitudine. Tappa comunque difficile anche nel mezzo, si inizia a salire dopo 54 chilometri con il Gpm di seconda categoria di Sella Chianzutan, raggiunta la vetta ci saranno circa 16 chilometri di discesa fino al traguardo volante di Villa Santina. Ancora salita con il Forcella Pristo, non Gpm, prima di affrontare il Forcella di Monte Rest con scollinamento al chilometro 105. Segue lungo tratto di discesa e poi pianura fino al chilometro 130 dove la strada torna a salire per raggiungere il traguardo volante di Poffabro al chilometro 136, propedeutico al Gpm di Forcella di Pala Barzana di seconda categoria al chilometro 143. C'è ancora tanto da fare per arrivare all'ultima salita, ci saranno infatti altri 27 chilometri di strada costantemente in discesa per arrivare all'imbocco di Piancavallo: saranno 15 chilometri di salita, primi 10 difficili con pendenze attorno al 9% e massime del 14%, ultimi chilometri più facili con pendenze dell'8%.

Favoriti

Partirà sicuramente una fuga composta da corridori bravi in salita ma fuori classifica, Zakarin, Samitier, Kangert, Navarro e Caicedo potrebbero essere protagonisti. Sulla salita di Piancavallo, però, potrebbero tornare in gioco i big per una vittoria di prestigio al Giro e Vincenzo Nibali dovrà iniziare a mettere in difficoltà i suoi rivali dopo essere sceso a 2'30" dalla maglia rosa. Lo squalo non può più aspettare.

Orari e tv

Partenza della tappa alle 11.05, Gpm di Sella Chianzutan tra le 13.01 e le 13.14, Gpm di Monte Rest tra le 14.06 e le 14.28, Gpm di Pala Barzana tra le 15.02 e le 15.31, inizio dell'ultima salita tra le 15.34 e le 16.05, arrivo previsto a Piancavallo tra le 16.10 e le 16.49. Dretta su Eurosport 1, canale 210, che dalle 9.30 partirà con il Giro delle Fiandre ed effettuerà un salti da una corsa all'altra per non far perdere nemmeno un secondo agli appassionati. Diretta streaming su Eurosport Player. Diretta in chiaro su Raisport Hd con Villaggio di Partenza dalle 10.15, passaggio su Rai Due dalle 14. Live streaming su Raiplay.

Leggi anche - Giro Fiandre: percorso, orari tv e favoriti