Filippo Ganna
Filippo Ganna

Camigliatello Silano, 7 ottobre 2020 - La tappa 5 del Giro d'Italia 2020 riporta in prima pagina il fenomeno Filippo Ganna: il campione del Mondo a cronometro, in fuga dal mattino, stacca tutti, compreso un osso duro come Thomas De Gendt, sulla salita di Valico di Montescuro e, dopo una lunga cavalcata in discesa, va a vincere una frazione sulla carta non adatta alle sue caratteristiche. Difficile delinare i limiti di un corridore probabilmente non ancora consapevole delle sue doti che ricordano quelle di un certo Bradley Wiggins. Sorride anche Joao Almeida, che mantiene la maglia rosa e, proprio come ieri, fa lo sprint per guadagnare altri secondi e, complice le difficoltà in salita di Jonathan Caicedo, rinforza il simbolo del primato. Giovedì in programma la tappa 6 che si preannuncia ancora adatta alle cavalcate da lontano.

Dopo vari tentativi non andati a buon fine parte la fuga buona, che annovera Filippo Ganna, Salvatore Puccio (Ineos Grenadiers), Jan Tratnik (Bahrain-McLaren), Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal), Valerio Conti (UAE Team Emirates), Edoardo Zardini (Vini Zabù-Brado-KTM), Hector Carretero (Movistar) e Jonathan Restrepo (Androni Giocattoli-Sidermec). La situazione resta immutata fino alla salita di Valico di Montescuro (24 km con pendenze medie del 5,6% e massime del 18%): davanti Carretero accelera e fa una prima scrematura, mentre dal gruppo si sganciano all'inseguimento Thomas De Gendt (Lotto Soudal) ed Einer Rubio (Movistar), che strada facendo trovano proprio i reduci della fuga del mattino. I due riecono a riportarsi sulla testa della corsa, che annovera solo Carretero, Zardini e uno straordinario Ganna: quest'ultimo è l'unico a tenere il passo di De Gendt e Rubio e a 16 km dal traguardo addirittura parte in avanscoperta. Il Campione del Mondo a cronometro scollina in solitaria, mentre dietro Simon Yates comincia a perdere terreno da un gruppo tirato in discesa da Vincenzo Nibali e Domenico Pozzovivo, quest'ultimo non proprio uno specialista. Sulla carta non lo è neanche Ganna, che invece stupisce tutti e raccoglie un successo straordinario che si somma a quello già ottenuto nella cronometro iniziale: il ciclismo italiano può godersi finalmente un nuovo fenomeno. La maglia rosa resta sulle spalle di Joao Almeida, che esattamente come ieri sprinta e, complice la crisi di Jonathan Caicedo, rinforza la sua leadership.

Ordine d'arrivo tappa 5 Giro d'Italia 2020
1) Filippo Ganna (IGD) in 5h59'17''
2) Patrick Konrad (BOH) +34''
3) Joao Almeida (DQT) +34''
4) Wilco Kelderman (SUN) +34''
5) Lucas Hamilton (MTS) +34''
6) Jai Hindley (SUN) +34''
7) Harm Vanhoucke (LTS) +34''
8) Pello Bilbao Lopez De Armentia (TBM) +34''
9) Jakob Fuglsang (AST) +34''
10) Fausto Masnada (DQT) +34''









Classifica generale Giro d'Italia 2020
1) Joao Almeida (DQT) in 17h06'23''
2) Pello Bilbao Lopez De Armentia (TBM) +43''
3) Wilco Kelderman (SUN) +48''
4) Harm Vanhoucke (LTS) +59''
5) Vincenzo Nibali (TFS) +1'01''
6) Domenico Pozzovivo (NTT) +1'05''
7) Jakob Fuglsang (AST) +1'19''
8) Steven Kruijswijk (TJV) +1'21''
9) Patrick Konrad (BOH) +1'26''
10) Rafal Majka (BOH) +1'32''