Elia Viviani e Chris Froome (Ansa)
Elia Viviani e Chris Froome (Ansa)

Milano, 31 ottobre 2018 - Dopo il Tour, ecco svelato anche il Giro d’Italia 2019.  Si parte sabato 11 maggio da Bologna con la cronoscalata a San Luca e si arriva il 2 giugno a Verona.  La corsa rosa numero 102 conta 21 tappe, per 3.518,5 km totali: un solo sconfinamento (a San Marino), tre crono e cinque frazioni di alta difficoltà, con il Gavia e il Mortirolo. Gran finale all'Arena di Verona. C'è anche un arrivo a San Giovanni Rotondo, nella 6/a tappa. La kermesse omaggia quest'anno Padre Pio, ma anche altri grandi personaggi della storia italiana: Fausto Coppi con la Cuneo-Pinerolo, Indro Montanelli e Leonardo Da Vinci. 

Da Bologna la corsa scenderà in Toscana (a Fucecchio e Vinci) e risalirà dall’Aquila, avrà un’altra crono in salita (Riccione-San Marino) e tapponi durissimi, come la Lovere-Ponte di Legno con Gavia e Mortirolo e la frazione con Croce d’Aune e Manghen sullo sterrato. 

Giro d'Italia dolce e duro, i tapponi del 2019

La corsa rosa, presentata oggi sulla Rai, punta a superare il grande successo dello scorso anno quando il giro fu visto da 850 milioni gli spettatori di 184 paesi. 

GIRO ITALIA_34685824_165316

TUTTE LE TAPPE

Tappa 1 - 11 maggio: Bologna-Bologna 8.2 km cronometro
tappa 2 - 12 maggio: Bologna-Fucecchio 200 km
Tappa 3 - 13 maggio: Vinci-Orbetello 219 km
Tappa 4 - 14 maggio: Orbetello-Frascati 228 km
Tappa 5 - 15 maggio: Frascati-Terracina 140 km
Tappa 6 - 16 maggio: Cassino-San Giovanni Rotondo 233 km
Tappa 7 - 17 maggio: Vasto-L'Aquila 180 km
Tappa 8 - 18 maggio: Tortoreto Lido-Pesaro 235 km
Tappa 9 -19 maggio: Riccione-San Marino 34.7 km (crono)
Riposo - 20 maggio

Tappa 10 - 21 maggio: Ravenna-Modena, 147 km.
Tappa 11 -  22 maggio: Carpi-Novi Ligure, 206 km.
Tappa 12 - 23 maggio: Cuneo-Pinerolo, 146 km
Tappa 13 - 24 maggio: Pinerolo-Ceresole Reale, 188 km
Tappa 14 - 25 maggio: Saint Vincent-Courmayeur, 131 km
Tappa 15 - 26 maggio: Ivrea-Como, 237 km
Riposo - 27 maggio riposo.

Tappa 16 - 28 maggio: Lovere-Ponte di Legno, 226 km
Tappa 17 - 29 maggio: Commezzadura-Anterselva, 180 km
Tappa 18 - 30 maggio: Valdaora-Santa Maria di Sala, 220 km
Tappa 19 -  31 maggio: Treviso-San Martino di Castrozza, 151 km
Tappa 20 -  1 giugno: Feltre-Croce d'Aune, 191 km, alta montagna.
Tappa 21 - 2 giugno: Verona-Verona, 15,6 km

I POSSIBILI PARTECIPANTI - Difficile che Chris Froome, dopo il successo dello scorso anno, cerchi il bis già in questa edizione. Più probabile la partecipazione di Vincenzo Nibali, seppure il Tour appena presentato paia disegnato su misura per lo Squalo. Ma il Giro non può fare a meno di Vincenzo, e viceversa. E allora perché non provare la storica accoppiata, fallita proprio da Froome lo scorso anno? L'ultimo a riuscirci resta Marco Pantani nel 1998, la sfida è allettante, ma il corridore del Team Barhain non ha ancora sciolto le riserve.  Cercherà probabilmente il riscatto nella corsa rosa Fabio Aru, reduce da una stagione sfortunata a dir poco. Molto difficile vedere alla partenza sia Nairo Quintana, sia Tom Dumoulin, vincitore nel 2017 e secondo lo scorso anno. Molto probabile, invece, che tra i partecipanti ci sia il campione del mondo Alejandro Valverde. Incognita su Romain Badet, mentre Thibaut Pinot nel 2019 dovrebbe concentrarsi solo sul Tour. Interessati al Giro Ilnur Zakarin, lo sloveno Primoz Roglic, l’olandese Steven Kruijswijk e il lussemburghese Bob Jungels. Non si può ancora prevedere cosa farà Egan Bernal, l'ultima parola spetta come sempre al Team Sky.