Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 mag 2022

Giro 2022, la rinascita di Ciccone: "La vittoria più bella"

Lo scalatore della Trek mette alle spalle i problemi di salute e trionfa a Cogne: sono stato ammalato 15 giorni

22 mag 2022
Giulio Ciccone
Giulio Ciccone
Giulio Ciccone
Giulio Ciccone

Cogne, 22 maggio 2022 - La rinascita di Giulio Ciccone. Lo scalatore della Trek Segafredo ha conquistato la quindicesima tappa del Giro trionfando in solitaria dopo una lunga fuga a Cogne. Ciccone ha tolto di ruota tutti i rivali e mandato un chiaro segnale delle sue qualità dopo le polemiche per un Giro iniziato male. Ciccone, però, è arrivato alla corsa rosa dopo aver avuto il covid e febbre alta, da qui le difficoltà di condizione.

Giro d'Italia 2022, tappa 16: favoriti, percorso, altimetria e orari tv

Ciccone: "Nel momento più difficile la vittoria più bella"

Grande soddisfazione per Ciccone che ha voluto far capire a tutti che il futuro può ancora essere suo: "Oggi mi sono sentito il vero Ciccone - le sue parole - Sapevo che la condizione prima o poi sarebbe arrivata anche se mentalmente è stata dura perché tutti mettevano in discussione le mie doti. La vera batosta non è stata il Blockhaus ma l'aver avuto il Covid per la seconda volta con febbre alta, poi bronchite e 15 giorni di antibiotici. E' la vittoria più bella nel momento più difficile".

Leggi anche - Il percorso del Giro 2022

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?