Ginnastica artistica: Nicola Bartolini festeggia l'oro ai mondiali nel corpo libero (Ansa)
Ginnastica artistica: Nicola Bartolini festeggia l'oro ai mondiali nel corpo libero (Ansa)

Kitakyushu (Giappone), 23 ottobre 2021 - Si chiama Nicola Bartolini e ha appena riscritto la storia della ginnastica artistica azzurra. Al campionato del mondo in corso di svolgimento a Kitakyushu, in Giappone, il classe '96 ha trionfato nel corpo libero, regalando all'Italia il secondo oro nella specialità dopo quello di Giorgio Zampori nel 1913. Oltre 100 anni dopo. Ne sono passati 24, invece, dal successo negli anelli di Yuri Chechi, l'ultimo nostro portacolori a salire sul tetto del mondo nella ginnastica. "È un risultato storico - ha dichiarato Bartolini -: ora mi aspetto una statua". "È un momento indescrivibile - ha proseguito - . È stato un periodo duro tra preparazione e mille cose. Ho tirato fuori gli artigli e ho fatto gli esercizi giusti al momento giusto. Poi c'è stata un pizzico di fortuna, che non basta mai, ma quando si lavora duro il risultato si vede".

La gara di Bartolini

Al Kitakyushu City General Gymnasium, il cagliaritano ha compiuto un'autentica impresa, chiudendo davanti a tutti con il punteggio di 14.800. Battuti il padrone di casa, il giapponese Kazuki Minami (14.766), e il sudcoreano Emil Soravuo (14.700). Bartolini si presentava alla finale con il secondo punteggio (lo stesso che poi gli è valso l'oro): si è esibito per primo e ogni volta ha visto gli avversari fare peggio di lui. Fino al trionfo, il più importante della sua carriera, nella quale l’atleta della Pro Patria Bustese può vantare anche il bronzo agli Europei di Basilea centrato sei mesi fa e l'oro ai campionati assoluti a Napoli. Niente comunque di paragonabile a quanto combinato in Giappone, dove Bartolini ha riportato la ginnastica azzurra sul podio mondiale nel corpo libero 55 anni dopo i due bronzi vinti da Franco Menichelli a Dortmund. 

Altre tre medaglie per l'Italia

Nella giornata dello storico oro di Nicola Bartolini nel corpo libero, dai mondiali di ginnastica artistica di Kitakyushu arriva anche la medaglia d'argento di Asia D'Amato al volteggio. La 18enne genovese con 14.083 punti si è piazzata alle spalle della brasiliana Rebecca Andrade che si è assicurato l'oro con 14.966 punti. Bronzo per la russa Angelina Melnikova (13.966).

Ma non solo. Marco Lodadio e Salvatore Maresca hanno conquistato rispettivamente il bronzo e l'argento nella prova agli anelli. Lodadio ha chiuso con un punteggio di 14.866 davanti al compagno di Nazionale, sul terzo gradino del podio con 14.833. Oro al cinese Lan Xingyu (15.200). Un risultato insperato per Lodadio, che inizialmente non si era qualificato per la finale, entrando tra gli otto in extremis solo grazie alla rinuncia di un altro ginnasta.

Leggi anche: Coppa del Mondo di sci, si parte