Filippo Ganna
Filippo Ganna

Bologna, 8 febbraio 2021 – Due vittorie per Filippo Ganna alla Etoile de Besseges, una in fuga in solitaria, l’altra a cronometro, dove è imbattuto da sette gare. L’alfiere della Ineos Grenadiers non ha mai perso contro il tempo da agosto ad oggi, Mondiale di Imola compreso. Con questi presupposti Ganna si avvia all’Olimpiade di Tokyo da favorito, lui che farà la cronometro su strada ma sarà in gara anche in pista. Proprio questa doppia chance dovrebbe portare Ganna a rinunciare alle Classiche per concentrarsi su Giro e Olimpiade.

Ganna dai campionati nazionali in poi ha vinto in successione la crono finale della Tirreno-Adriatico, tutte le crono del Giro d’Italia, oltre ai mondiali e quella di domenica in Francia. L’ultima sconfitta risale alle Vuelta San Juan del 2020. L’annata dell’azzurro sarà incentrata proprio sull’Olimpiade di Tokyo, sacrificando probabilmente le classiche che saranno un suo obiettivo nelle prossime stagioni, lui che nel 2016 vinse la Parigi Roubaix under 23. Non è da escludere, in futuro, che Ganna possa diventare uomo da classiche e anche un nuovo Indurain per le corse a tappe, ma prima di ogni altra cosa c'è Tokyo: alle Olimpiadi il principale favorito sarà lui.

Leggi anche - Ganna si dà tempo: "Prima Tokyo, poi il record dell'ora