Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 mar 2022

Gand-Wevelgem 2022, storico successo di Girmay. L'ordine d'arrivo

L'eritreo beffa i big più attesi (su tutti Van Aert) e consegna all'Africa la prima grande Classica del ciclismo

27 mar 2022
giusy anna maria d'alessio
Sport
epa09853033 Eritrean rider Biniam Girmay Hailu of the Intermarche Wanty Gobert Materiaux team celebrates after crossing the finish line to win the 84th edition of the Gent-Wevelgem one day cycling race over 248.8km from Ypres to Wevelgem, Belgium, 27 March 2022.  EPA/STEPHANIE LECOCQ
L'eritreo Girmay vince la Gand-Wevelgem 2022 (Ansa)
epa09853033 Eritrean rider Biniam Girmay Hailu of the Intermarche Wanty Gobert Materiaux team celebrates after crossing the finish line to win the 84th edition of the Gent-Wevelgem one day cycling race over 248.8km from Ypres to Wevelgem, Belgium, 27 March 2022.  EPA/STEPHANIE LECOCQ
L'eritreo Girmay vince la Gand-Wevelgem 2022 (Ansa)

Wevelgem, 27 marzo 2022 - Mai un corridore africano aveva trionfato in una Classica: mai prima della Gand-Wevelgem 2022, vinta da Biniam Girmay. Il giovanissimo eritreo beffa il gruppo e i nomi più attesi con un attacco portato avanti insieme a Christophe Laporte, Jasper Stuyven e Dries Van Gestel: tutti battuto nello sprint dal corridore dell'Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux, che con fantasia, coraggio e spirito di iniziativa mette sotto scacco l'infelice strategia (evento rarissimo) della Jumbo-Visma, che manda in avanscoperta il gregario (Laporte) per lanciare un attacco in realtà mai nato del capitano (Wout Van Aert). Niente da fare: il primo assaggio di grande ciclismo nelle Fiandre va al carneade Girmay, protagonista forse non ancora pienamente consapevole di una bellissima pagina di storia del ciclismo.

La cronaca

Dopo diversi tentativi non andati a buon fine si forma finalmente la fuga buona, composta da Jelle Wallays (Cofidis), Nikias Arndt (Team DSM), Alexander Konychev (Team BikeExchange-Jayco), Ludovic Robeet (Bingoal Pauwels Sauces WB), Johan Jacobs (Movistar Team), Lindsay De Vylder (Sport Vlaanderen-Baloise) e Lars Saugstad (Uno-X Pro Cycling Team). Questo tentativo si esaurisce poco prima del Monteberg (1 km con una pendenza media del 7,3%), ma è sul Kemmelberg (1,4 km con una pendenza media del 6,7%) che la corsa si accende: i primi scatti sono quelli di Christophe Laporte (Jumbo-Visma) e Anthony Turgis (Team TotalEnergies), raggiunto poi da un indomito Jacobs. La rasoiata migliore è quella inferta da Wout Van Aert (Jumbo-Visma), il cui obiettivo è tagliare fuori dai giochi i velocisti puri come Tim Merlier, Jasper Philipsen (Alpecin-Fenix) e Fabio Jakobsen (Quick-Step Alpha Vinyl Team). La missione sembra non riuscire e, come se non bastasse, davanti si forma comunque un interessante drappello che, oltre al compagno di squadra Laporte, annovera Jasper Stuyven (Trek-Segafredo), Dries Van Gestel (Team TotalEnergies) e Biniam Girmay (Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux). Alla fine, complice lo scarso accordo all'interno del gruppo per l'inseguimento, è proprio quest'ultimo a spuntarla in volata per quella che è una vittoria storica, oltre che la prima da professionista a livello personale del classe 2000: la Gand-Wevelgem 2022 va all'Eritrea e all'Africa, che può finalmente apporre il suo sigillo nel grande ciclismo.

Ordine d'arrivo Gand-Wevelgem 2022

 

 

1) Biniam Girmay (IWG) in 5h37'57''
2) Christophe Laporte (TJV) st
3) Dries Van Gestel (TEN) st
4) Jasper Stuyven (TFS) st
5) Soren Kragh Andersen (DSM) +8''
6) Tim Merlier (AFC) +8''
7) Mads Pedersen (TFS) +8''
8) Ivan Garcia Cortina (MOV) +8''
9) Matej Mohoric (TBV) +8''
10) Arnaud Démare (GFC) +8''

Ciclismo, previsti altri esami per Colbrelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?